+ Reply to Thread
Results 1 to 5 of 5
  1. #1
    evelda Guest

    addotti ninidrinici, saggio di schiff


    Buona sera a tutti, avrei bisogno di aiuto circa il saggio di identificazione degli amminoacidi.Nello specifico mi occorrerebbe sapere, quanto più dettagliato possibile, il meccanismo di azione del saggio con la ninidrina ( addotti ninidrinici). In quali stati c'è l'equilibrio, cosa avviene prima tra decarbossilazione e pardita di acqua, insomma il più specifico possibile!
    HO cercato il meccanismo sul mio libro di chimica organica, il Bruice, ma non corrisponde con quello che il professore cerca! ci sono quindi più meccanismi proposti?

    Analoga difficoltà con il saggio di schiff!!

    Cortesemente,se avete un pò di tempo e voglia, potreste aiutarmi?!?
    vi ringrazio tanto anticipatamente! evelda

    --
    Questo articolo e` stato inviato dal sito web http://www.nonsolonews.it

  2. #2
    Romina Guest

    Re: addotti ninidrinici, saggio di schiff


    >
    > Buona sera a tutti, avrei bisogno di aiuto circa il saggio di
    > identificazione degli amminoacidi.Nello specifico mi occorrerebbe sapere,
    > quanto più dettagliato possibile, il meccanismo di azione del saggio con
    > la ninidrina ( addotti ninidrinici). In quali stati c'è l'equilibrio, cosa
    > avviene prima tra decarbossilazione e pardita di acqua, insomma il più
    > specifico possibile!
    > HO cercato il meccanismo sul mio libro di chimica organica, il Bruice, ma
    > non corrisponde con quello che il professore cerca! ci sono quindi più
    > meccanismi proposti?


    se ce ne sono vari non lo so, ma non credo, ti dico quello che so io, che mi
    sembra piuttosto ovvio e sensato:
    prima cosa si forma una immina tra il carbonile centrale della ninidrina e
    il gruppo amminico dell'aa per perdita di acqua, poi si ha equilibrazione
    tautomerica con il protone in alfa dell'aa e quindi l'immina si sposta dalla
    parte dell'aa, in pratica a sto punto è il C dell'aa che fa il doppio legame
    con N e non più quello della ninidrina, poi si idrolizza l'immina e quindi
    l'aa diventa un chetoacido e la ex ninidrina si tiene sul C centrale un H e
    un NH2. con questo NH2 si lega ad un'altra molecola di ninidrina a formare
    una immina con il C=O centrale . sto composto se te lo disegni vedi che ha
    un N che da una parte fa un doppio legame con un C della ninidrina
    dall'altra fa un legame semplice con un C che porta un H e che ha in alfa un
    C=O, per equilibrazione cheto-enolica quell'H si trasferisce su uno dei due
    C=O in alfa e si forma un doppio legame C=C coniugato con quello C=N a sua
    volta coniugato con entrambi i C=O rimanenti all'altra molecola di
    ninidrina, sto composto è blu e la sua formazione è indce di presenza di
    gruppi amminici primari.... poi occhio ai falsi positivi,non so se
    ufficialmente sto saggio vada fatto a caldo, cmq tieni presente che io l'ho
    usata (sanza saperlo) a caldo e l'ho vista reagire con acil azidi e
    carbammati.

    per quanto riguarda il saggio di shiff non me lo ricordo per nome ma se mi
    dici i reagenti ci posso pensare, cmq tieni presentie che le "basi di shiff"
    non sono altro che immine e che quindi se i reagenti sono ammine e composti
    carbonilici quello che avviene è paragonabile a quanto detto per la
    ninidrina con le ammine primarie, in generale direi che serva anche un po '
    di catalisi acida.
    ciao ciao romina









  3. #3
    evelda Guest

    Re: addotti ninidrinici, saggio di schiff

    Grazie mille Romina.

    Per quanto riguarda il saggio di schiff si aggiunge all'aldeide (la sostanza incognita) una soluzione di fuchsina e H2SO3. la fuchsina si decolora con l'acido solforoso (formazione di una leucobase) per perdita di coniugazione che viene ripristinata a seguito della reazione con l'aldeide. nel meccanismo che ho io (solo parziale) è lo zolfo dell'acido a fare l'attacco sull'aldeide!
    spero che come info siano sufficienti anche perchè sono le uniche!!

    Scusa se "approfitto" della tua preparazione!
    baci, e grazie ancora!

    --
    Questo articolo e` stato inviato dal sito web http://www.nonsolonews.it

  4. #4
    Soviet_Mario Guest

    Re: addotti ninidrinici, saggio di schiff

    evelda ha scritto:
    > Grazie mille Romina.
    >
    > Per quanto riguarda il saggio di schiff si aggiunge all'aldeide (la sostanza incognita) una soluzione di fuchsina e H2SO3. la fuchsina si decolora con l'acido solforoso (formazione di una leucobase) per perdita di coniugazione che viene ripristinata a seguito della reazione con l'aldeide. nel meccanismo che ho io (solo parziale) è lo zolfo dell'acido a fare l'attacco sull'aldeide!
    > spero che come info siano sufficienti anche perchè sono le uniche!!
    >
    > Scusa se "approfitto" della tua preparazione!
    > baci, e grazie ancora!
    >


    penso che potresti arrivarci se trovassi (anche in rete)
    qualcosa sulla cosiddetta reazione di Bertagnini.
    Perchè poi ritieni così sorprendente che sia lo zolfo dello ione
    bisolfito a fare da nucleofilo ? Ha o non ha ancora un doppietto
    disponibile ?
    Altra analogia .... cianidrine ...

    Ciao
    soviet_mario

  5. #5
    evelda Guest

    Re: addotti ninidrinici, saggio di schiff

    Soviet_Mario ha scritto:
    >evelda ha scritto:
    >> Grazie mille Romina.
    >>
    >> Per quanto riguarda il saggio di schiff si aggiunge all'aldeide (la sostanza incognita) una soluzione di fuchsina e H2SO3. la fuchsina si decolora con l'acido solforoso (formazione di una leucobase) per perdita di coniugazione che viene ripristinata a seguito della reazione con l'aldeide. nel meccanismo che ho io (solo parziale) è lo zolfo dell'acido a fare l'attacco sull'aldeide!
    >> spero che come info siano sufficienti anche perchè sono le uniche!!
    >>

    >penso che potresti arrivarci se trovassi (anche in rete)
    >qualcosa sulla cosiddetta reazione di Bertagnini.
    >Perchè poi ritieni così sorprendente che sia lo zolfo dello ione
    >bisolfito a fare da nucleofilo ? Ha o non ha ancora un doppietto
    >disponibile ?
    >Altra analogia .... cianidrine ...
    >
    >Ciao
    >soviet_mario




    Grazie per le dritte soviet mario!

    Non ero sorpresa dal fatto che lo zolfo potesse fare l'attacco, ma su un meccanismo trovato su internet era l'ossigeno... e sono andata in panico :-).
    Quindi grazie anche per questo chiarimento, ora che so che è di sicuro lo zolfo vado tranquilla!

    Ciao.
    Evelda

    --
    Questo articolo e` stato inviato dal sito web http://www.nonsolonews.it

Similar Threads

  1. dice il saggio.......
    By Cube in forum it.sport.calcio
    Replies: 0
    Last Post: 04-07-2010, 06:50 PM
  2. Il Saggio
    By Sommo Luminescente in forum it.politica
    Replies: 0
    Last Post: 01-07-2008, 11:27 PM
  3. saggio.
    By gep in forum italia.verona.discussioni
    Replies: 3
    Last Post: 05-06-2007, 05:14 PM
  4. saggio dei tartrati
    By Citri in forum it.scienza.chimica
    Replies: 6
    Last Post: 11-06-2006, 08:49 AM
  5. Chronos,saggio saggio sulla metafisica del tempo-1
    By artamano in forum it.scienza
    Replies: 0
    Last Post: 07-04-2004, 10:09 PM

Posting Permissions

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
If you are still using perl webstats, then give GoStats a try.  It's free.