+ Reply to Thread
Results 1 to 23 of 23
  1. #1
    Giangi Guest

    Se blocco un assegno che succede?

    Ciao a tutti e scusate la domanda niubba.
    Ho fatto fare un lavoro che è stato da me pagato con un assegno.
    Dopo poco mi sono accorto che detto lavoro era stato eseguito, come dire...
    a.c.d.c. e non sto parlando del gruppo musicale.
    Ho chisto che venisse aggiustato ma, anche se a parole mi hanno detto si si,
    non si è visto ancora nessuno.
    L'assegno sembra non essere stato ancora incassato.
    Se lo blocco fino a quando il lavoro non è finito che succede?
    Oppure lo annullo e a lavoro ultimato ne consegno un altro?
    Grazie
    Giangi


  2. #2
    psicorospo Guest

    Re: Se blocco un assegno che succede?



    >L'assegno sembra non essere stato ancora incassato.
    >Se lo blocco fino a quando il lavoro non è finito che succede?
    >Oppure lo annullo e a lavoro ultimato ne consegno un altro?
    >Grazie
    >Giangi


    L'assegno e' un ordine incondizionato di pagamento, per cui se
    e' formalmente corretto deve essere pagato, non e' una ricevuta
    bancaria che se non credi opportuno pagare non la paghi alla scadenza.
    Se quella persona incassa l'assegno hai la prova documentale che quel
    tipo ha percepito dei soldi da te per un lavoro non eseguito a regola
    d'arte, se non vi mettete d'accordo ti rivolgerai ad un avvocato.
    Saluti.

  3. #3
    Carlo Guest

    Re: Se blocco un assegno che succede?

    Giangi ha spiegato il 26/11/2004 :

    > Ho fatto fare un lavoro che è stato da me pagato con un assegno.
    > Dopo poco mi sono accorto che detto lavoro era stato eseguito, come dire...
    > a.c.d.c. e non sto parlando del gruppo musicale.


    bella!

    > Ho chisto che venisse aggiustato ma, anche se a parole mi hanno detto si si,
    > non si è visto ancora nessuno.
    > L'assegno sembra non essere stato ancora incassato.
    > Se lo blocco fino a quando il lavoro non è finito che succede?


    Importante, imho, e' la data di emissione dell'assegno in quanto il
    R.D. 21 dicembre 1933, n. 1736 recita:

    "Art.32
    L'assegno bancario deve essere presentato al pagamento nel termine di
    otto giorni se è pagabile nello stesso comune in cui fu emesso; di
    quindici giorni se pagabile in altro comune della Repubblica; di trenta
    giorni se pagabile nei territori comunque soggetti alla sovranità
    italiana compresi nel bacino del Mediterraneo; di sessanta giorni se è
    pagabile negli altri territori soggetti alla sovranità italiana .
    L'assegno bancario emesso in un paese diverso da quello nel quale è
    pagabile deve essere presentato entro il termine di venti giorni o di
    sessanta giorni a secondo che il luogo di emissione e quello di
    pagamento siano nello stesso o in diversi continenti. A questo effetto
    gli assegni bancari emessi in un paese di Europa e pagabili in un paese
    litoraneo del Mediterraneo o viceversa sono considerati come assegni
    bancari emessi e pagabili nello stesso continente. I termini suddetti
    decorrono dal giorno indicato nell'assegno bancario come data di
    emissione.

    Art. 35
    L'ordine di non pagare la somma dell'assegno bancario non ha effetto
    che dopo spirato il termine di presentazione. In mancanza di tale
    ordine, il trattario può pagare anche dopo spirato detto termine."

    ** Non mi ricordo comunque se nel caso l'assegno venisse presentato nei
    termini di presentazione se questo dev'essere inviato al PU per la
    levata al protesto.
    Mi riprometto di essere piu' preciso in seguito, dato che non ho
    sottomano degli appunti presi per un caso simile (e quindi non vorrei
    aver detto una "castroneria" e se così fosse chiedo scusa in
    anticipo").

    > Oppure lo annullo e a lavoro ultimato ne consegno un altro?


    Se ti rida' il titolo cio' potrebbe essere una soluzione valida, ma
    temo che cio' avvenga.

    --

    cordialmente

    Carlo

    ************************************************** ***********************
    "Per salire i mercati hanno bisogno di volumi, ma per scendere possono
    semplicemente crollare
    sotto il proprio peso, senza che i volumi aumentino necessariamente".
    Edwards
    ************************************************** ***********************

  4. #4
    Vecchia Guardia Guest

    Re: Se blocco un assegno che succede?


    "Giangi" ha scritto :

    > Se lo blocco fino a quando il lavoro non è finito che succede?
    > Oppure lo annullo e a lavoro ultimato ne consegno un altro?


    Se dicendo che lo annulli vuol dire che l'assegno ce l'hai tu non ci sono
    problemi. Distruggilo o meglio per "fare un bel lavoro" consegnalo alla tua
    banca e fallo annullare da loro.

    Se invece l'assegno l'hai già consegnato allora :

    L'assegno potrebbe essere propriamente bloccato solo in seguito a un
    provvedimento dell'autorità giudiziaria ma non mi sembra proprio il tuo caso
    e nella pratica non l'ho mai visto accadere.

    Sempre in via teorica puoi chiedere alla banca di non pagarlo richiedendone
    contestualmente il protesto cosa che comporterebbe la revoca/segnalazione
    CAI (che è una banca dati interbancaria sugli assegni impagati) e tutte le
    conseguenze del caso. Anche questo non l'ho mai visto
    accadere nella pratica ed è senz'altro sconsigliabile per i danni te ne
    deriverebbero.

    Tutto ciò direi che è assolutamente logico e assolutamente giustificato.
    Hai idea di quanta gente emetterebbe assegni a qualsiasi titolo per poi
    correre, come dici tu, a bloccarli per evitare di pagarli se fosse così
    facile ?



  5. #5
    Sparagnaus® Guest

    Re: Se blocco un assegno che succede?

    Semplicemente non puoi farlo.
    L'assegno una volta fatto va pagato.
    L'unica tua speranza è di avere compilato male l'assegno (cancellazioni,
    mancanza firma o roba simile) per cui la tua banca sarebbe tenuta a
    respingerlo al mittente.





  6. #6
    Vinicio Loncagni Guest

    Re: Se blocco un assegno che succede?

    Tratto dal messaggio 30ogobF33voumU1.uni-berlin.de di Giangi:

    > L'assegno sembra non essere stato ancora incassato.
    > Se lo blocco fino a quando il lavoro non è finito che succede?


    Domanda che *sembra* facile, ma che non lo è.

    Cominciamo subito a mettere in chiaro due questioni.
    - Se non hai messo la data sull'assegno, puoi anche smettere di leggere
    tutto il papello che segue, perchè praticamente NON PUOI bloccarlo.
    - Se l'assegno aveva data e luogo di emissione, ma non aveva la clausola
    "NON TRASFERIBILE", continua pure a leggere, ma la situazione è più
    complicata del previsto...

    Entrano in gioco tante ipotesi e tante possibilità, e sono necessarie
    alcune conoscenze specifiche, per esempio in merito ai termini di
    presentazione.
    In poche parole, colui cui hai fatto l'assegno deve portarlo in banca
    per incassarselo entro il termine di 8 o 15 giorni dall'emissione.

    La celebre legge assegno prevede espressamente la possibilità di
    revocare il pagamento di un assegno.
    Teoricamente, basta solo scrivere alla banca "Non pagarlo più".

    La banca DEVE eseguire il tuo ordine se sono scaduti i termini di
    presentazione, e PUO' eseguirlo se tali termini
    non sono ancora scaduti.
    PUO' eseguire il tuo ordine, ma non lo fa, solo perchè... ti vuole bene.
    ^__^
    Non pagando dovrebbe mandare l'assegno dal notaio, farti protestare,
    iscriverti in CAI... insomma, quasi rovinarti.

    Allora, facciamo che tu abbia scritto piazza e data, che i termini
    siano scaduti perchè il beneficiario si è tenuto in tasca l'assegno
    qualche giorno di troppo, ma non c'era scritto "NON TRASFERIBILE".
    Allora, la banca non lo paga, e non ti mette nei guai.
    Nei guai ti ci potresti trovare dopo, perchè tra tre mesi potrebbe
    presentarsi un'altra persona, che tu magari neanche conosci, che è
    venuta in pos..... del tuo assegno per girata.
    A costui non fregherà niente del *perchè* tu abbia bloccato l'assegno:
    sarai tenuto a pagarglielo, e poi, volendo, potrai rivalerti su colui
    cui avevi consegnato l'assegno, quello che aveva fatto il lavoro alla
    c.d.c.

    In sintesi, l'assegno puoi bloccarlo con qualche speranza solo se:
    - avevi indicato la data
    - avevi indicato al piazza di emissione
    - avevi scritto il nome del beneficiario e avevi messo la clausola "NON
    TRASFERIBILE"
    - il beneficiario abbia "dimenticato" il tuo assegno in tasca per un
    periodo superiore ai celebri otto o quindici giorni.

    Se non concorrono tutti questi casi, fà conto di aver pagato in
    contanti.
    Quindi, mettiti il cuore in pace per quello che riguarda l'assegno, e
    scrivi al "lavoratore alla c.d.c." una letteraccia intimandogli a rifare
    il lavoro come si deve.

    Ciao ciao


    --

    Vinicio Loncagni
    Vinicius_LoncanisAThotmailPUNTOcom
    http://web.tiscali.it/vinicius_verbanus
    http://web.tiscali.it/vinicius_pallantiae
    ....non trattano di soldi ma possono interessare...


  7. #7
    Carlo Guest

    Re: Se blocco un assegno che succede?

    Vinicio Loncagni ha pensato forte :

    > La celebre legge assegno prevede espressamente la possibilità di revocare il
    > pagamento di un assegno.
    > Teoricamente, basta solo scrivere alla banca "Non pagarlo più".


    Ok.

    > La banca DEVE eseguire il tuo ordine se sono scaduti i termini di
    > presentazione, e PUO' eseguirlo se tali termini
    > non sono ancora scaduti.


    Ok, allora ricordavo bene.

    > PUO' eseguire il tuo ordine, ma non lo fa, solo perchè... ti vuole bene. ^__^




    > Non pagando dovrebbe mandare l'assegno dal notaio, farti protestare,
    > iscriverti in CAI... insomma, quasi rovinarti.


    Se non ricordo male il protesto pero' dovrebbe avvenire con una
    apposita
    causale e non di certo per insufficienza fondi.
    Quindi a tuo avviso c'entra il CAI?
    Così su due piedi mi sa di no non trattandosi ne di mancanza fondi, ne
    di mancanza di autorizzazione.

    [...]
    > Nei guai ti ci potresti trovare dopo, perchè tra tre mesi potrebbe
    > presentarsi un'altra persona, che tu magari neanche conosci, che è venuta in
    > pos..... del tuo assegno per girata.
    > A costui non fregherà niente del *perchè* tu abbia bloccato l'assegno: sarai
    > tenuto a pagarglielo, e poi, volendo, potrai rivalerti su colui cui avevi
    > consegnato l'assegno, quello che aveva fatto il lavoro alla c.d.c.


    Non ti seguo. Mettendo l'assegno all'icasso questo non viene pagato
    all'ultimo
    giratario. Quindi questo a sua volta si rivarra' su quello che gliel'ha
    dato
    fino a giungere a il primo beneficiario (colui che ha eseguito i lavori
    a c.d.c.)
    che non vantera' pretese sul traente e avra' invece obblighi con i
    giratari successivi.

    > In sintesi, l'assegno puoi bloccarlo con qualche speranza solo se:
    > - avevi indicato la data
    > - avevi indicato al piazza di emissione


    Ok.

    > - avevi scritto il nome del beneficiario


    Imho, non lo ritengo indispensabile in quanto potrei avere in mano una
    pezza giustificativa
    dove si evince che quel titolo e' stato dato in pagamento.

    > e avevi messo la clausola "NON
    > TRASFERIBILE"


    Imho, non ritengo indispensabile neppure questo per cio' che ho detto
    sopra sulle
    girate.

    > - il beneficiario abbia "dimenticato" il tuo assegno in tasca per un periodo
    > superiore ai celebri otto o quindici giorni.


    Certo una volta scaduto nei termini l'assegno viene reso fuori termine
    per il protesto
    e fuori termine per il pagamento in tempo utile.

    > Se non concorrono tutti questi casi, fà conto di aver pagato in contanti.
    > Quindi, mettiti il cuore in pace per quello che riguarda l'assegno, e scrivi
    > al "lavoratore alla c.d.c." una letteraccia intimandogli a rifare il lavoro
    > come si deve.


    Caro Babbo Natale...

    --

    cordialmente

    Carlo

    ************************************************** ***********************
    "Per salire i mercati hanno bisogno di volumi, ma per scendere possono
    semplicemente crollare
    sotto il proprio peso, senza che i volumi aumentino necessariamente".
    Edwards
    ************************************************** ***********************

  8. #8
    Vinicio Loncagni Guest

    Re: Se blocco un assegno che succede?

    Tratto dal messaggio mn.d57d7d4b923dd12a.17224.NOSPAM.invalid di Carlo:

    > Se non ricordo male il protesto pero' dovrebbe avvenire con una
    > apposita
    > causale e non di certo per insufficienza fondi.
    > Quindi a tuo avviso c'entra il CAI?
    > Così su due piedi mi sa di no non trattandosi ne di mancanza fondi, ne
    > di mancanza di autorizzazione.


    Il protesto avviene con codice 21, e rientra tra i "sub" indicati con
    causale "Difetto di provvista":
    "Assegno dotato di copertura, emesso da un correntista che ha impartito
    alla banca l'ordine di non pagare prima della scadenza dei termini di
    presentazione".
    A quello che ricordo, parte il preavviso di revoca di sistema, e il
    correntista che ha bloccato l'assegno, nei famosi sessanta giorni, deve
    "muoversi" con avvocati e giudici per denunciare truffe o simili. Nel
    nostro caso, ho mooolti dubbi che un giudice accetterebbe la tesi
    "...non pago l'assegno perchè mi ha fatto male il lavoro...".

    > Non ti seguo. Mettendo l'assegno all'icasso questo non viene pagato
    > all'ultimo
    > giratario. Quindi questo a sua volta si rivarra' su quello che
    > gliel'ha dato
    > fino a giungere a il primo beneficiario (colui che ha eseguito i
    > lavori a c.d.c.)
    > che non vantera' pretese sul traente e avra' invece obblighi con i
    > giratari successivi.


    In presenza del protesto, si.
    Anzi, in presenza del protesto, uno qualunque dei giratari può agire
    verso i precedenti o verso il traente, a sua scelta.
    Ma qui partiamo dal punto di vista che il protesto non sia stato
    effettuato per scadenza dei termini, e quindi che l'unico obbligato
    resti l'emittente l'assegno.
    Ecco perchè il terzo o quarto giratario (entrati in pos..... del titolo
    in buona fede) possono attaccare il firmatario.
    Se nel frattempo non sono intervenuti atti giudiziari quali il sequestro
    o simili, il traente può venire citato in giudizio ed essere costretto a
    pagare.

    >> e avevi messo la clausola "NON
    >> TRASFERIBILE"

    >
    > Imho, non ritengo indispensabile neppure questo per cio' che ho detto
    > sopra sulle
    > girate.


    Io invece lo ritengo, magari se non proprio indispensabile, sicuramente
    molto utile.
    Perchè, essendo il titolo NT, come esposto prima, non possono
    assolutamente
    intromettersi eventuali terzi, che potrebbero pretendere il pagamento
    perchè
    "in buona fede".
    Quindi tutto il contendere resterebbe "chiuso" tra l'amico Giangi e il
    lavoratore alla c.d.c..

    Ciao ciao

    VL



  9. #9
    Giangi Guest

    Re: Se blocco un assegno che succede?

    Rispondo, qui a tutti.
    Innanzi tutto grazie per le cortesi risposte.
    Purtroppo mi ricordavo le cose che avete scritto e quindi mi ero quasi messo
    l'anima in pace.
    Era solo una vaga speranza.
    Qualche aggiornamento sulla questione:
    l'assegno è stato portato in banca il giorno dopo, io non l'ho visto tra i
    miei movimenti se non dopo 3 giorni.
    Figuriamoci se i soldi non li prendevano subito.
    Ho parlato con il titolare della ditta che, sentito l'operaio, ha esordito
    con: "lui ha detto che lei lo voleva così!"
    A quel punto io mi sono, come dire, inca$$ato come una iena e quindi ha
    subito corretto il tiro dicendo: "comunque non c'è problema lo aggiusteremo
    quanto prima".
    Dalla mia ho che i materiali usati non sono quelli nel contratto e quindi
    posso creargli problemi.
    A me non interesserebbe niente del materiale diverso se tutto fosse stato
    eseguito a regola d'arte ma stando così le cose...

    Ancora grazie per l'aiuto
    Giangi


  10. #10
    Vinicio Loncagni Guest

    Re: Se blocco un assegno che succede?

    Vinicio Loncagni ha scritto:

    > A quello che ricordo ...


    Per completezza:

    Tutto come avevo scritto se l'assegno, oltre a essere revocato, non era
    coperto da fondi esistenti sul conto corrente al momento della
    presentazione.
    Se i fondi invece c'erano, la segnalazione per la CAI non avviene.

    Ergo:
    se dovete proprio assolutamente revocare un assegno, e il solito "amico"
    vi consiglia, per essere sicuri di non pagarlo, di far anche sparire i
    soldi dal conto corrente... non date retta all'amico!

    Ciao ciao

    VL

    --

    questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
    http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad abuse.newsland.it


  11. #11
    Carlo Guest

    Re: Se blocco un assegno che succede?

    Dopo dura riflessione, Vinicio Loncagni ha scritto :

    > Se i fondi invece c'erano, la segnalazione per la CAI non avviene.


    Quindi la mia supposizione precedente era corretta.

    Grazie Vinicio per la precisazione.

    --

    cordialmente

    Carlo

    ************************************************** ***********************
    "Per salire i mercati hanno bisogno di volumi, ma per scendere possono
    semplicemente crollare
    sotto il proprio peso, senza che i volumi aumentino necessariamente".
    Edwards
    ************************************************** ***********************

  12. #12
    cdr400 Guest

    Re: Se blocco un assegno che succede?

    Visto che siamo in tema... nel caso particolare in cui una persona
    emetta assegni che non siano ancora stati attivati (come deve avvenire
    per IWBank per esempio), che succede?

    Grazie,
    cdr

  13. #13
    Vinicio Loncagni Guest

    Re: Se blocco un assegno che succede?

    cdr400 ha scritto:

    > assegni che non siano ancora stati attivati (come deve avvenire
    > per IWBank per esempio)...


    Sarebbe da chiedere a IWBank in base a quale legge consegni alla propria
    clientela assegni che debbano essere "attivati".
    Di "attivazione", infatti, a quanto ne so io, non se parla mai, nè nella
    legge assegno nè nelle recenti norme istitutive dalla CAI.
    Quindi, se il cliente ha in mano degli assegni, e non ha ricevuto dalla
    banca alcuna notificazione di revoca all'emissione, gli assegni sono
    tranquillamente utilizzabili.

    Nelle banche "normali", infatti, o te li danno (e allora si possono usare)
    o non te li danno (e allora... non ce li hai e non puoi usarli ^__^).

    A meno che (ma sarebbe una clausola ben piu' vessatoria dell'anatocismo, e
    probabilmente contraria a ogni legge) la banca non si riservi la
    possibilità di concedere e/o revocare l'autorizzazione all'emissione di
    assegno a proprio piacimento...

    Ciao ciao

    VL

    --

    questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
    http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad abuse.newsland.it


  14. #14
    Johnny L Guest

    Re: Se blocco un assegno che succede?

    Così mail_nel_post.nospam.it (Vinicio Loncagni) scrisse :

    > Sarebbe da chiedere a IWBank in base a quale legge consegni alla
    > propria clientela assegni che debbano essere "attivati".


    Gli assegni che iwbank spedisce per posta, per (evidenti) motivi di
    sicurezza sono bloccati. Appena arrivano si va sul sito e li si attiva
    inserendo la password dispositiva, da quel momento la banca li paga.

    Immagino che usando l'assegno senza "sbloccarlo" tecnicamente è come se
    avessi chiesto io alla banca di non pagarlo, quindi la trafila è la
    medesima di cui si parlava in questo thread, mentre con la procedura di
    "sblocco" do alla banca mandato di pagarli.

    Non so se tecnicamente (non ho il contratto sotto mano) questo sia come
    ipotizzi tu, oppure una cosa del tutto lecita

    ciao

    --
    Greetings from Johnny L * email : johnnyl (at) people . it
    " The Americans spent $500,000 developing a pen that would work
    in a weightless environment. The Russians used a pencil."

  15. #15
    Vinicio Loncagni Guest

    Re: Se blocco un assegno che succede?

    Johnny L ha scritto:

    > Immagino che usando l'assegno senza "sbloccarlo" tecnicamente è come se
    > avessi chiesto io alla banca di non pagarlo, quindi la trafila è la
    > medesima di cui si parlava in questo thread


    *Spero* che non sia così...
    Ci sarebbe un evidente ribaltamento dei termini e delle responsabilità
    dalla banca al correntista.
    Cioè, il correntista dovrebbe rilasciare a IWBank, in pratica, una
    "denuncia di smarrimento" in bianco?

    Quindi se arriva a IWbank un assegno spedito al correntista, emesso dal
    correntista, firmato dal correntista, capiente a fondi ma non
    "attivato"... lo mandano al protesto?
    Oppure telefonano al cliente per avere conferma dell'emissione?
    E se il cliente se ne è andato in vacanza nel Nepal dopo aver emesso
    l'assegno e non è rintracciabile?

    Boh.
    Aspetto lumi... ^__^

    Ciao ciao

    VL

    --

    questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
    http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad abuse.newsland.it


  16. #16
    Johnny L Guest

    Re: Se blocco un assegno che succede?

    Così mail_nel_post.nospam.it (Vinicio Loncagni) scrisse :

    > E se il cliente se ne è andato in vacanza nel Nepal dopo aver emesso
    > l'assegno e non è rintracciabile?


    Dal punto di vista pratico assieme all'assegno (che ti spediscono con
    corriere espresso a spese loro per due volte all'anno tra parentesi) è
    scritto a caratteri cubitali che bisogna attivarlo.
    Quindi dubito sia mai successo niente del genere.

    Di certo io preferisco andare un attimo al sito ad attivare i libretti di
    assegni appena li ricevo, piuttosto che correre il rischio che li
    intercetti qualcuno e vada in giro a usarli prima che io mi renda conto
    che il plico si è perso e vada a fare la denuncia.

    Dal punto di vista legale invece non so di preciso come sia configurata
    la cosa, non uso mai gli assegni, booh :-) Magari qualche altro cliente
    che ha voglia di scartabellare aiuta a dirimere la questione ;-)

    ciao

    --
    Greetings from Johnny L * email : johnnyl (at) people . it
    " The Americans spent $500,000 developing a pen that would work
    in a weightless environment. The Russians used a pencil."

  17. #17
    Rataplan Guest

    Re: Se blocco un assegno che succede?

    "Johnny L"

    > Dal punto di vista legale invece non so di preciso come sia configurata
    > la cosa, non uso mai gli assegni, booh :-) Magari qualche altro cliente
    > che ha voglia di scartabellare aiuta a dirimere la questione ;-)
    >
    > ciao


    Mi piacerebbe sapere come fai a non usare "mai" gli assegni.
    Ci sono dei casi nei quali e' difficile farne a meno, se poi hai
    una qualche "attivita' " risulta davvero difficile....
    Qualche tempo fa ho fatto eseguire in casa dei lavori piuttosto
    importanti da un artigiano muratore/piastrellista, avrei mai potuto
    pagarlo con carta di credito o bancomat? :-0)
    Bada: la mia non e' una domanda polemica.
    Ciao, Rataplan.





  18. #18
    Johnny L Guest

    Re: Se blocco un assegno che succede?

    Così "Rataplan" <Rataplan_plan..........> scrisse :

    > Mi piacerebbe sapere come fai a non usare "mai" gli assegni.


    Uso di rado gli assegni circolari (ad es. per comprare la macchina nuova
    o spese di una certa entità è sicuramente lo strumento più pratico), per
    il resto non ho mai avuto difficoltà a regolare in contanti o per
    bonifici..

    Avrò usato un assegno normale due volte in vita mia. Entrambe le volte
    era fatto a me stesso per trasferirmi dei fondi

    > Ci sono dei casi nei quali e' difficile farne a meno, se poi hai
    > una qualche "attivita' " risulta davvero difficile....


    Non ho attività... comunque chi lo usa lo fa per abitudine, con i mezzi
    di oggi si potrebbe tranquillamente sostituire con altro.

    > Qualche tempo fa ho fatto eseguire in casa dei lavori piuttosto
    > importanti da un artigiano muratore/piastrellista, avrei mai potuto
    > pagarlo con carta di credito o bancomat? :-0)


    Avresti potuto fargli un bonifico...se si fida a prendere un assegno da
    te non vedo la differenza ..

    Se ti fidi di chi ti da l'assegno non avrai difficoltà al posto
    dell'assegno ad accettare la ricevuta di eseguito di un bonifico ad
    esempio, no ?

    > Bada: la mia non e' una domanda polemica.


    spero di aver soddisfatto la tua curiosità. io il libretto d'assegni
    neanche me lo faccio più dare

    ciao

  19. #19
    Rataplan Guest

    Re: Se blocco un assegno che succede?

    "Johnny L" :

    > Avresti potuto fargli un bonifico...se si fida a prendere un assegno da
    > te non vedo la differenza ..
    >
    > Se ti fidi di chi ti da l'assegno non avrai difficoltà al posto
    > dell'assegno ad accettare la ricevuta di eseguito di un bonifico ad
    > esempio, no ?


    Direi di si, ma l'assegno e' un qualcosa che tocchi subito con mano...
    La prossima volta, prometto, provero' a chiedere, a chi devo denaro,
    se accetta un bonifico. Immagino una certa diffidenza...

    > > Bada: la mia non e' una domanda polemica.

    >
    > spero di aver soddisfatto la tua curiosità. io il libretto d'assegni
    > neanche me lo faccio più dare


    Credo tu abbia capito che non era una curiosita' "pettegola" e ti
    ringrazio delle delucidazioni. E' certo che, per quello che m'e' stato
    dato di leggere qui in varie occasioni, davvero l'assegno e' un
    qualcosa di pericoloso: tutto va bene fino a quando....
    Se poi penso che normalmente vedo assegni dati senza data...
    o con data postdatata...mi vien da pensare che "non sanno cosa fanno"...
    A proposito di quell'assegno di cui sopra, regolarmente compilato
    con data e tutto il resto, sono rimasto leggermente in apprensione
    12gg, poi finalmente e' stato incassato.

    > ciao Ciao, Rataplan.


  20. #20
    Fred® Guest

    Re: Se blocco un assegno che succede?

    "Rataplan" <Rataplan_plan..........> wrote in message

    > Direi di si, ma l'assegno e' un qualcosa che tocchi subito con
    > mano...


    A me sembra che, a tutt'oggi, un libretto di assegni è ancora
    indispensabile... in Italia.
    Ci sono infinite situazioni (di vita quotidiana) in cui non è
    possibile usare le carte o altri mezzi di pagamento.
    E non mi pare raccomandabile girare con rotoli di euro sempre in
    tasca.
    Compreso poi il caso veramente singolare di Fineco per cui senza
    assegni non si può neanche prelevare contante!!

    --
    Saluti. Fred®

  21. #21
    info@cannedcat.it Guest

    Re: Se blocco un assegno che succede?

    On Fri, 03 Dec 2004 16:06:17 GMT, "Rataplan" <Rataplan_plan..........>
    wrote:

    >"Johnny L" :
    >
    >> Avresti potuto fargli un bonifico...se si fida a prendere un assegno da
    >> te non vedo la differenza ..

    Da un punto di vista di sicurezza sarebbe meglio non dare assegni che
    espongono molti dati sull'emittente, sopratutto quando ci viene
    chiesto in un negozio di mettere i dati del nostro documento di
    identificazione.

    Il numero del conto corrente+i dati anagrafici+gli estremi del
    documento sono un buon materiale per chi ci vuole "impersonificare" in
    una truffa.

    In alcuni casi usare il bonifico al posto dell'assegno serve a
    scoprire imbrogli come quello dell'amministratore che "fa confusione"
    fra i suoi soldi e quelli del condominio.

    Fare un bonifico sul conto intestato al condominio da la certezza che
    i soldi sono finiti nel posto giusto e vi lascia in mano una ricevuta
    di un terzo (la banca) che certifica che il pagamento è stato
    effettuato.

    I sistemi di sicurezza migliori sono quelli dove c'è un terzo che
    certifica l'operazione.

    Con l'assegno bisogna aspettare l'EC per sapere se l'assegno è stato
    incassato e comunque regolarmente.

    In generale l'assegno è un mezzo arcaico e residuale.

  22. #22
    Fred® Guest

    Re: Se blocco un assegno che succede?

    <info.cannedcat.it> wrote in message
    news:uff1r05b6neh7v3pku34s2belojcftl11q.4ax.com...

    > In generale l'assegno è un mezzo arcaico e residuale.


    Sono d'accordo ma ho specificato che *in Italia* è ancora un mezzo di
    pagamento da cui non si può prescindere in molte occasioni.
    E si torna sempre al gap tecnologico da una parte ed ai costi esosi
    richiesti per altri mezzi di pagamento, dall'altra.

    --
    Saluti. Fred®

  23. #23
    Riph Guest

    Re: Se blocco un assegno che succede?

    Nelle news: Vinicio Loncagni Scrive:
    >... e il solito
    > "amico" vi consiglia, per essere sicuri di non pagarlo, di far anche
    > sparire i soldi dal conto corrente... non date retta all'amico!

    All'anima dell'amico ! ! !
    lol

Similar Threads

  1. Assegno che vieni, assegno che vai...
    By Fluck in forum it.politica
    Replies: 0
    Last Post: 05-02-2010, 08:53 AM
  2. assegno che viene assegno che va
    By Federico Savini in forum it.politica
    Replies: 0
    Last Post: 02-06-2010, 07:02 AM
  3. non succede un altro caso suazo ma se succede...
    By Capitan Harlock in forum it.sport.calcio.milan
    Replies: 2
    Last Post: 07-15-2008, 10:31 PM
  4. blocco della shell di explorer!!!! Cosa succede?
    By Alessandro in forum microsoft.public.it.windowsxp
    Replies: 2
    Last Post: 08-21-2004, 11:56 AM
  5. Blocco Assegno
    By Dario in forum it.economia.banche
    Replies: 11
    Last Post: 08-17-2004, 11:05 PM

Posting Permissions

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
If you are still using perl webstats, then give GoStats a try.  It's free.