+ Reply to Thread
Page 1 of 2 1 2 LastLast
Results 1 to 25 of 27
  1. #1
    .. Guest

    Bagni per disabili.

    Secondo voi, in un locale pubblico, si potrebbe adattare un bagno con misure
    di 2,00 x 1,60 mt per lato per un uso comune sia per disabili che per donne?

    saluti


    --
    Marco Valente.
    Interior designer
    3D & graphics designer
    Web designer
    Webmaster
    Mail: vlnmrc.tiscalinet.it



  2. #2
    Sergio Guest

    Re: Bagni per disabili.

    Il Fri, 6 Feb 2004 21:11:42 +0100, ".." <io.supereva.it> ha scritto:

    >Secondo voi, in un locale pubblico, si potrebbe adattare un bagno con misure
    >di 2,00 x 1,60 mt per lato per un uso comune sia per disabili che per donne?
    >
    >saluti


    dipende se i disabili sono maschi o femmine

  3. #3
    .. Guest

    Re: Bagni per disabili.


    "Sergio" <sergio.zzz.zz> ha scritto nel messaggio
    news:jlt720d4h7un6vg0eaaeorvjsu2bbjgnh1.4ax.com...
    > Il Fri, 6 Feb 2004 21:11:42 +0100, ".." <io.supereva.it> ha scritto:
    >
    > >Secondo voi, in un locale pubblico, si potrebbe adattare un bagno con

    misure
    > >di 2,00 x 1,60 mt per lato per un uso comune sia per disabili che per

    donne?
    > >
    > >saluti

    >
    > dipende se i disabili sono maschi o femmine



    Il mio ragionamento è che, siccome i disabili ( di qualsiasi .....)
    purtroppo hanno bisogno di sedersi al water, allora presumo sia più logico
    abbinarli al bagno delle donne ( le quali è scontato si siedono sul
    wc).Contrariamente diverrebbe di estrema importanza creare quattro bagni di
    cui due per disabili per entrambi i sessi e due per utenza varia di sessi
    opposti..

    Allora come mi muovo??

    Saluti.


    --
    Marco Valente.
    Interior designer
    3D & graphics designer
    Web designer
    Webmaster
    Mail: vlnmrc.tiscalinet.it



  4. #4
    felix Guest

    Re: Bagni per disabili.

    Sergio ha scritto:

    > Il Fri, 6 Feb 2004 21:11:42 +0100, ".." <io.supereva.it> ha scritto:


    > >Secondo voi, in un locale pubblico, si potrebbe adattare un bagno con misure
    > >di 2,00 x 1,60 mt per lato per un uso comune sia per disabili che per donne?
    > >
    > >saluti


    > dipende se i disabili sono maschi o femmine


    Mi e' capitato di vedere *disabili-Donne* Boh!
    ciaofelix:-)


    --

    questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
    http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad abuse.newsland.it



  5. #5
    daniela.fama Guest

    Re: Bagni per disabili.

    Sarebbe meglio 2x2 m in modo tale che i disabili abbiano la possibilità di
    girarsi o cmq avere libertà di movimenti con la carrozzella.Saresti un pò a
    limite con quelle misure.
    Per qnt riguarda le donne, se ti riferisci anche a donne non disabili,
    quelle misure bastano e avanzano!!!!
    Spero di averti aiutato.
    Ciao
    Daniela
    --
    Daniela
    mailto :daniela.fama...........

    Inviato da www.mynewsgate.net

  6. #6
    .. Guest

    Re: Bagni per disabili.

    Grande Daniela.
    Hai centrato in pieno il problema.
    L'intento è quello di permettere sia ad una utenza abile (donne) e
    diversamente abili, ( qualsiasi .....) di poter usurfruire dello stesso
    servizio senza sprecare mq che diversamente farebbero perdere guadagni al
    gestore.
    Presumo che sia più che giusto permettere l'accessibilità ad un locale a
    qualsiasi fascia di utenza senza discriminare e limitare nessuno.
    Pertanto la mia perplessità è che siccome questo locale sorgerà a Cesena,
    non vorrei che l'ufficiale sanitario del posto, blocchi i lavori perchè ho
    agito in una determinata direzione e non in un'altra.Basta col fatto che ai
    disabili vengano negate le più elementari azioni.
    Saluti.


    --
    Marco Valente.
    Interior designer
    3D & graphics designer
    Web designer
    Webmaster
    Mail: vlnmrc.tiscalinet.it


    "daniela.fama" <daniela.fama...........> ha scritto nel messaggio
    news:200402071553104325.mynewsgate.net...
    > Sarebbe meglio 2x2 m in modo tale che i disabili abbiano la possibilità di
    > girarsi o cmq avere libertà di movimenti con la carrozzella.Saresti un pò

    a
    > limite con quelle misure.
    > Per qnt riguarda le donne, se ti riferisci anche a donne non disabili,
    > quelle misure bastano e avanzano!!!!
    > Spero di averti aiutato.
    > Ciao
    > Daniela
    > --
    > Daniela
    > mailto :daniela.fama...........
    >
    > Inviato da www.mynewsgate.net




  7. #7
    Sergio Guest

    Re: Bagni per disabili.

    Il Sat, 7 Feb 2004 19:45:26 +0100, ".." <io.supereva.it> ha scritto:

    >Grande Daniela.
    >Hai centrato in pieno il problema.
    >L'intento è quello di permettere sia ad una utenza abile (donne) e
    >diversamente abili, ( qualsiasi .....) di poter usurfruire dello stesso
    >servizio senza sprecare mq che diversamente farebbero perdere guadagni al
    >gestore.


    Credo che esistano dei regolamenti ben precisi in proposito, quindi
    ogni discussione potrebbe essere fine a se stessa se alla fine è
    necessario controllare i regolamenti.
    Comunque
    il tuo discorso non mi convince, prima di tutto bisogna chiedersi se è
    obbligatorio separare i bagni di uomini e donne (fino a prova
    contraria anche un uomo riesce a fare la pipì nel wc)
    Se la divisione è obbligatoria per legge è ovvio che non puoi mandare
    un uomo nel bagno delle donne solo perchè è disabile.
    Se invece la divisione non è obbligatoria allora trovo piu logico fare
    un grande bagno unico, perchè l'uomo abile dovrebbe avere il suo bagno
    se cio non viene ritenuto indispensabile per l'uomo disabile?
    Ricordiamoci che il povero uomo disabile che entra in quel bagno si
    troverà di fronte solo donne che lo guarderanno strano, quando egli
    entrerà nel bagno cesserà di essere uomo per evidenziare il suo
    aspetto di disabile, non trovo accettabile sottoporlo a questo stress.
    Io fossi un disabile non solo non entrerei in quel locale (forse è
    quello che vogliono) ma addirittura denuncerei il fatto perchè sono
    convinto che questa forma di apartheid costituisca reato.

    Sergio



  8. #8
    Monica Guest

    Re: Bagni per disabili.

    In genere per i bagni per disabili viene consigliato il 1.8 x 1.8, ma
    verifica la disposizione dei sanitari, tenendo conto che un bagno per essere
    accessibile deve permettere utilizzo del wc, generalm. con accostamento
    laterale e del lavabo, accostamento frontale, ma vi è la possibilità per il
    wc di un accostam. frontale, verifica sul regolamento 236/99 (se non ricordo
    male), legato alla legge per l'abbattim. delle barriere arch. Ricorda che
    devi la rotazione di 360° della carrozzina (diametro 1.5), tenuto conto che
    i sanitari sono sospesi e quindi la carrozzina ruota anche sotto gli stessi.
    Comunque ti consiglio un incontro con un responsabile Asl....buon lavoro.

    arch. Monica Reviglio

    --------------------------------
    Inviato via http://arianna.........../usenet/

  9. #9
    alago Guest

    Re: Bagni per disabili.


    "Monica" <swalk.inwind.it> ha scritto nel messaggio
    news:213Z45Z198Z235Y1076189485X14433.usenet.libero .it...
    > In genere per i bagni per disabili viene consigliato il 1.8 x 1.8, ma
    > verifica la disposizione dei sanitari, tenendo conto che un bagno per

    essere
    > accessibile deve permettere utilizzo del wc, generalm. con accostamento
    > laterale e del lavabo, accostamento frontale, ma vi è la possibilità per

    il
    > wc di un accostam. frontale, verifica sul regolamento 236/99 (se non

    ricordo
    > male), legato alla legge per l'abbattim. delle barriere arch. Ricorda che
    > devi la rotazione di 360° della carrozzina (diametro 1.5), tenuto conto

    che
    > i sanitari sono sospesi e quindi la carrozzina ruota anche sotto gli

    stessi.
    > Comunque ti consiglio un incontro con un responsabile Asl....buon lavoro.
    >
    > arch. Monica Reviglio
    >



    Cavolo! si vede che a scuola non si impara proprio niente, e dalla vita
    poco, e dalla diretta osservazione ancora meno..
    ciao
    alago



  10. #10
    Matteo C. Guest

    Re: Bagni per disabili.

    "alago" ha scritto ...

    > Cavolo! si vede che a scuola non si impara proprio niente, e dalla vita
    > poco, e dalla diretta osservazione ancora meno..


    Dalla scuola certamente no, finchè esistono docenti che ti fan perdere mesi
    sul ..... degli angeli.
    Dalla vita tanto, con umiltà, determinazione e soprattutto tanta curiosità.
    Dall'osservazione tutto, visto che dopo una serie di seghe mentali, nel 99%
    dei casi ciò che si deve risolvere in un progetto sono esigenze molto
    concrete.
    Sull'abbattimento delle barriere architettoniche e conseguenti vincoli
    dimensionali segnalo il sito di questa ditta, ricco di risorse:
    www.bocchi.it

    > ciao
    > alago


    Ciao
    --
    Matteo
    Pianura Padana Ovest Milano - 120 m slm
    Il sito di it.hobby.giardinaggio: http://www.i-h-g.it
    "Nessun giardiniere sarebbe tale se non vivesse di speranze"
    Vita Sackville-West



  11. #11
    daniela.fama Guest

    Re: Bagni per disabili.

    Io ho spesso progettato bagni in locali sia pubblici che non.
    Sono sempre partita dall'idea di dover garantire gli spazi necessari ai
    disabili per potersi muovere in tutta tranquillità e con tutto ciò che gli
    serve.
    Non sempre è possibile creare 10 bagni per ogni utenza ( maschi, femmine,
    disabili maschi e disabili femmine) per cui parto dal presupposto che è
    possibile fare pochi bagni MA BUONI!!!!!
    Solitamente se ne progettano almeno due in modo che se mai si presentasse
    l'occasione che due persone, uno disabile e no, devono andare in bagno
    contemporaneamente, e soprattutto hanno necessità ovvie diverse, possano
    usufruire contemporaneamente dei due bagni secondo le loro rispettive
    necessità.
    A qst pnt, dato che hai a disposizione uno spazio unico potresti realizzare
    un bagno accesibbile per tutti....ma attenzione:
    - Per prima cosa è sempre meglio anteporre un antibagno
    - secondo, ai disabili occorre spazio per girarsi con la carrozzella,
    occorrono opportune maniglie per sorreggersi, seggiolini, e va da se che i
    sanitari sono leggermente diversi da qli normali.
    Ora io no so se le misure che hai fornito sono proprio qle del bagno o se
    in quelle misure devi farci stare antibagno e bagno.
    Spero di averti maggiormente aiutato....ti raccomando di tener conto del
    dimensionamento di base per tutto ( soprattutto gli accessori interni che
    occupano spazio).....poi se è possibile realizzare almeno due bagni
    promiscui, uno per disabili ed uno per non disabili è sicuramente meglio
    che uno solo per tutti!!!
    Ciao
    Daniela


    --
    Daniela
    mailto :daniela.fama...........

    Inviato da www.mynewsgate.net

  12. #12
    Monica Guest

    Re: Bagni per disabili.

    Il 07 Feb 2004, 22:52, "alago" <gAmo1stUd.virgilio.it> ha scritto:
    > Cavolo! si vede che a scuola non si impara proprio niente, e dalla vita
    > poco, e dalla diretta osservazione ancora meno..
    > ciao
    > alago



    Scusa Alago vorrei capire il significato del tuo messaggio, visto che citi
    il mio messaggio: non capisco se è un fatto casuale o c'è un diretto
    riferimento.
    Probabilmente ti riferisci alla domanda iniziale, fatta peraltro da un
    Interior Design, che presuppongo non sia un architetto e di conseguenza non
    abbia studiato tali normative.
    Se ti riferisci alla mia risposta allora l atua considerazione mi sembra
    fuori luogo, visto che mi sembra di aver risposto più che esaudientemente,
    specie rispetto alle altre risposte.

    Ciao e aspetto chiarimenti in merito

    --------------------------------
    Inviato via http://arianna.........../usenet/

  13. #13
    alago Guest

    Re: Bagni per disabili.

    > Scusa Alago vorrei capire il significato del tuo messaggio, visto che
    citi
    > il mio messaggio: non capisco se è un fatto casuale o c'è un diretto
    > riferimento.
    > Probabilmente ti riferisci alla domanda iniziale, fatta peraltro da un
    > Interior Design, che presuppongo non sia un architetto e di conseguenza

    non
    > abbia studiato tali normative.
    > Se ti riferisci alla mia risposta allora l atua considerazione mi sembra
    > fuori luogo, visto che mi sembra di aver risposto più che esaudientemente,
    > specie rispetto alle altre risposte.
    >
    > Ciao e aspetto chiarimenti in merito



    il mio chiarimento spero sia esauRiente.
    Parti in tromba col consiglio di 1,80x1,80!!
    che è totalmente errato!
    Si parte dalla possibile posizione della finestra (se c'è) , dell'ingresso,
    dall'ingombro della porta aperta (verso l'interno o verso l'esterno...??),
    dal posizionameto dei sanitari (quali ci vuoi far stare? dimmi), e dallo
    spazio che ne residua: in tale spazio devi poter
    "girarti" in carrozzina, ma NON SOTTO AI SANITARI; nella rotazione
    l'ingombro del lavabo SOSPESO
    e la traiettoria dell'ingombro/carrozzina possono interferire (E SOLO QUI)
    di quei 25-30 cm che corrispondono alla pedana della carrozzina ( piedi e
    ginocchia del seduto) .
    Al WC ci si deve poter accostare LATERALMENTE (dimmi: come faresti
    frontalmente??!! volando??!!), tanto che il regolamento fissa la distanza
    minima che deve restare fra l'asse del WC (asse geometrico, non la
    ciambella/coperchio) ed il primo ostacolo all'accostamento laterale ( fosse
    il muro o fosse un altro sanitario tale ostacolo): minimo m 1,00.
    Il bordo frontale della tazza, a che distanza deve essere dalla parete
    retrostante? non lo dici; a che altezza deve essere da terra? non lo
    dici....(ma questo non influisce sul dimensionamento, te lo concedo..)
    I percorsi e le aperture, gli ingombri alle svolte (tutti codificati e
    normati), costringono a considerare nell'insieme anche l'anti-servizio.
    alla fine avrai trovato le dimensioni che ti servono: non si parte dalle
    dimensioni del locale, è l'esatto contrario in questi casi: ecco perché
    vediamo in giro servizi "handicappati": seguono l'handicap originario di chi
    non lo ha dimensionato, o lo ha dimensionato seguendo consigli affrettati e
    sbagliati come il tuo, o le pressioni del committente.
    Così quando trovi il committente cretino, trovi difficoltà a fargli capire
    che hai dimensionato correttamente, perché lui ti dice : "e allora non hai
    visto che servizi ci sono in quel locale , o in quell'altro ecc. , perché io
    invece debbo sprecare tutto 'sto spazio.. che poi se viene un H deve proprio
    venire quando ha i suoi bisogni? proprio da me deve venire?.." eccetera,
    non c'è limite all'ignoranza; la prossima volta il cliente ex tuo va dal
    professionista H che riesce a fargli il servizio "handicappato", con
    risparmio di superficie a servizi.
    E non mi dire che poi ci sono i controlli Asl, tanti "tecnici" anche qui che
    ... lasciamo perdere.
    Credimi, non sopporto gli esercizi pubblici, spece recenti, dove queste
    norme sono state bistrattate; e non farmi parlare di come risolvono le
    barriere architettoniche gli edifici pubblici!! perché mi incavolo ancor di
    più: lì usano anche i nostri soldi per fare le corbellerie che fanno!
    ciao, non te la prendere, Monica.
    alago



  14. #14
    .. Guest

    Re: Bagni per disabili.


    "Monica" <swalk.inwind.it> ha scritto nel messaggio
    news:213Z45Z198Z166Y1076243020X21119.usenet.libero .it...
    > Il 07 Feb 2004, 22:52, "alago" <gAmo1stUd.virgilio.it> ha scritto:
    > > Cavolo! si vede che a scuola non si impara proprio niente, e dalla vita
    > > poco, e dalla diretta osservazione ancora meno..
    > > ciao
    > > alago

    >
    >
    > Scusa Alago vorrei capire il significato del tuo messaggio, visto che

    citi
    > il mio messaggio: non capisco se è un fatto casuale o c'è un diretto
    > riferimento.
    > Probabilmente ti riferisci alla domanda iniziale, fatta peraltro da un
    > Interior Design, che presuppongo non sia un architetto e di conseguenza

    non
    > abbia studiato tali normative.


    <Cut>

    è vero sono un interiors designer e non un architetto.Ma siccome non mi
    interessa divenirlo, ho scelto di diventare geometra ( sto completando gli
    studi per l'abilitazione) anche perchè non aspiro a ricoprire ruoli non
    facilmente realizzabili se non con piccole spinte.Sono tremendamente
    orgoglioso.
    Mi diletto a disegnare e progettare strutture architettoniche, arredamenti
    ecc, senza bisogno di raccomandazioni. Mi soddisfa e mi aggrada
    economicamente quindi il problema dov'è?
    Le discriminazioni, servono soltanto a dividere.
    Saluti.

    --
    Marco Valente.
    Interior designer
    3D & graphics designer
    Web designer
    Webmaster
    Mail: vlnmrc.tiscalinet.it




    > Se ti riferisci alla mia risposta allora l atua considerazione mi sembra
    > fuori luogo, visto che mi sembra di aver risposto più che esaudientemente,
    > specie rispetto alle altre risposte.
    >
    > Ciao e aspetto chiarimenti in merito
    >
    > --------------------------------
    > Inviato via http://arianna.........../usenet/




  15. #15
    Monica Guest

    Re: Bagni per disabili.


    > Parti in tromba col consiglio di 1,80x1,80!!
    > che è totalmente errato!


    non me lo sono sognato stanotte!!! Se verifichi il regolamento e i consigli
    dei docenti viene consigliato un bagno tipo di 180 x 180 per servizi
    pubblici dotato di tazza e lavandino!!! Documentati prima di "s.....re" gli
    altri!!
    Se si vuole realizzare un altro tipo di servizio, rispondendo ad una
    situazione contingente si procede come proponi...ma non siamo qui per
    scrivere un Manuale!!!


    >> Al WC ci si deve poter accostare LATERALMENTE (dimmi: come faresti

    > frontalmente??!! volando??!!),


    Ho detto che l'accostam. laterale è consigliabile, ma esiste anche quello
    frontale e se vuoi ti mando tanto di testo e disegno esplicativo della
    dinamica di spostamento!! Infatti per il bagno visitabile si prevede un
    avvicinamento a lavabo e Wc, senza precisare da che lato!!!!!!

    minimo m 1,00.
    > Il bordo frontale della tazza, a che distanza deve essere dalla parete
    > retrostante? non lo dici; a che altezza deve essere da terra? non lo
    > dici....(


    NON HO SCRITTO UN MANUALE!!!!! Ho dato alcune indicazione...può anche andare
    a leggersi le normative!!!!!!!!!

    > Credimi, non sopporto gli esercizi pubblici, spece recenti, dove queste
    > norme sono state bistrattate; e non farmi parlare di come risolvono le
    > barriere architettoniche gli edifici pubblici!! perché mi incavolo ancor

    di
    > più: lì usano anche i nostri soldi per fare le corbellerie che fanno!
    >


    Concordo con te...opppure servizi per disabili a cui si può accedere solo
    attraverso scalini!!

    Ciao

    --------------------------------
    Inviato via http://arianna.........../usenet/

  16. #16
    monica Guest

    Re: Bagni per disabili.

    Mi soddisfa e mi aggrada
    > economicamente quindi il problema dov'è?
    > Le discriminazioni, servono soltanto a dividere.


    Ma quale problema?? Quali discrimainazioni?? Ho solo risposto ad Alago che
    con tanta superbia dava a tutti dell'ignorante, compresi me e te. Ai miei
    tempi ad architettura si prestava molta attenzione all'abbattimento delle
    barriere architettoniche, quindi ho immaginato che tu ti occupassi di altri
    settori, ma era una considerazione, non una discriminazione...ho pensato di
    poterti essere utile, così come tu potrai essermi utile in altri settori di
    tua competenza in cui io ho lacune..penso sia questo lo spirito di questo
    newsgroup e non arroganza, superiorità e presunzione, come fanno
    taluni...facci sapere come va la progettazione del bagno!!
    Monica

    --------------------------------
    Inviato via http://arianna.........../usenet/

  17. #17
    .. Guest

    Re: Bagni per disabili.

    Scusa il mio tono ma ogni volta che ho postato su questo ng, sono sempre
    stato attaccato da fantomatici supermegaonniscentiarchitetti.
    Non preoccuparti, non mi sento ignorante, ma soltanto poco istruito, visto
    che nelle mie intenzioni non c'è la volontà di perdere tempo con chi spara
    senza cognizione.
    Comunque ho trovato un po di direttive sull'argomento, e sto procedendo come
    da sunto sui consigli ricevuti e normative( non è assolutamente facile).
    Appena terminato il lavoro, lo mostrerò a chi vorrà .
    Saluti a tutti.


    --
    Marco Valente.
    Interior designer
    3D & graphics designer
    Web designer
    Webmaster
    Mail: vlnmrc.tiscalinet.it








    "monica" <swalk.inwind.it> ha scritto nel messaggio
    news:213Z45Z199Z129Y1076367530X31193.usenet.libero .it...
    > Mi soddisfa e mi aggrada
    > > economicamente quindi il problema dov'è?
    > > Le discriminazioni, servono soltanto a dividere.

    >
    > Ma quale problema?? Quali discrimainazioni?? Ho solo risposto ad Alago che
    > con tanta superbia dava a tutti dell'ignorante, compresi me e te. Ai miei
    > tempi ad architettura si prestava molta attenzione all'abbattimento delle
    > barriere architettoniche, quindi ho immaginato che tu ti occupassi di

    altri
    > settori, ma era una considerazione, non una discriminazione...ho pensato

    di
    > poterti essere utile, così come tu potrai essermi utile in altri settori

    di
    > tua competenza in cui io ho lacune..penso sia questo lo spirito di questo
    > newsgroup e non arroganza, superiorità e presunzione, come fanno
    > taluni...facci sapere come va la progettazione del bagno!!
    > Monica
    >
    > --------------------------------
    > Inviato via http://arianna.........../usenet/




  18. #18
    Monica Guest

    Re: Bagni per disabili.

    Questa è l'ultima volta che ti replico, perchè mi sono scocciata veramente
    di leggere i tuoi insulti, peraltro poco accreditabili!!


    > E qui confermi che avevo ragione: "progetti" scolasticamente,

    COSA NE SAI SAI DI COME PROGETTO E COPME TI PERMETTI DI ESPRIMERE TALI
    GIUDIZI


    > E continua coi manuali (tanto di testo..!!)

    FORSE BISOGNERA' ANCHE STUDIARE QUALCOSA PRIMA DI CIMENTARSI NELLA
    PROGETTAZIONE, OLTRE ALL'ESPERIENZA, COME DICI TU, DIRETTA, CHE PUOI FARE
    SOLO SE SEI SU UNA SEDIA A ROTELLE O ACCOMPAGNI UNA PERSONA DISABILE

    ....io proverei a legarti le gambe
    > seduta in una sedia a rotelle, ti porteri in giro per l'Italia a
    > "collaudare" i servizi H che ci sono nei vari locali,centri
    > commerciali,esercizi,bar,pub e dove altro vuoi.. dopo ti farei fare il
    > progetto dei servizi H di un semplice bar, e se sbagli... via il timbro!

    ALLORA NON SAI NEANCHE LEGGERE LE MIE RISPOSTE!!!
    TI AVEVO DETTO CHE CONCORDAVO CON TE SUL FATTO CHE MOLTI IN LOCALI PUBBLICI
    NON C'è ALCUNA ACCESSIB, ALTRO CHE FARE LA PIPI, NON RIESCONO NEANCHE AD
    ENTRARE!!

    > Mi sono spiegato? cosa intendo quando affermo che si progetta senza

    guardare
    > la realtà, che invece basta sapersi guardare bene intorno?..

    LA REALTA' LA GUARDO CON MOLTA ATTENZIONE...DOPO ANNI DI "FREQUENTAZIONE" DI
    UNA CASA DI RIPOSO, ACCOMPAGNANDO MIA NONNA SU UNA SEDIA A ROTELLE!!

    Ps: non confondere la visitabilità con la accessibilità, e nemmeno con la
    > adattabilità.

    NON TI PREOCCUPARE HO BEN PRESENTE IL SIGNIFICATO DEI DIVERSI TERMINI!!!
    INFATTI LA SCORSA MAIL HO FATTO UNA PRECISAZIONE CIRCA IL FAMIGERATO
    ACCOSTAM FRONTALE LEGATO ALLA VISITABILITA'...perchè un disabile non
    frequenta solo locali pubblici, ma potrebbe anche voler frequentare gli
    amici e se gli scappa la pipi? Cosa fa va nel bar con bagno accessibile (se
    lo trova!!)

    Addio e sii meno presuntuoso ed attaccabrighe: riuscirai a confrontarti con
    più semplicità ed umilità


    --------------------------------
    Inviato via http://arianna.........../usenet/

  19. #19
    .. Guest

    Re: Bagni per disabili.

    scusatemi....Vi avevo fatto una semplice domanda e non era assolutamente mia
    intenzione scatenare una polemica in puro stile it.arti.architettura.
    E' l'ennesima volta che trovo disdicevole guardare dottori che sicuramente
    sono gradini piu su di me affrontarsi senza alcun ritegno, anzi dirò di più,
    se il dottorato in architettura porta all'acidità allora evviva la mia
    scelta di studi.
    ....o ma l'umiltà per alcuni di voi è desueta oppure è sinonimo di
    stupidità.
    Io non mi vergogno a confermare quando un argomento lo ignoro oppure è fuori
    delle mie competenze, ma voi pero......
    Siate umili. E dai.
    Preferisco misurarmi con i fatti e non con le aggressioni .
    Posate l'ascia di guerra .
    Saluti a tutti.

    --
    Marco Valente.
    Interior designer
    3D & graphics designer
    Mail: vlnmrc.tiscalinet.it







    "Monica" <swalk.iunwind.it> ha scritto nel messaggio
    news:81Z211Z143Z16Y1076472455X18312.usenet.libero. it...
    > Questa è l'ultima volta che ti replico, perchè mi sono scocciata veramente
    > di leggere i tuoi insulti, peraltro poco accreditabili!!
    >
    >
    > > E qui confermi che avevo ragione: "progetti" scolasticamente,

    > COSA NE SAI SAI DI COME PROGETTO E COPME TI PERMETTI DI ESPRIMERE TALI
    > GIUDIZI
    >
    >
    > > E continua coi manuali (tanto di testo..!!)

    > FORSE BISOGNERA' ANCHE STUDIARE QUALCOSA PRIMA DI CIMENTARSI NELLA
    > PROGETTAZIONE, OLTRE ALL'ESPERIENZA, COME DICI TU, DIRETTA, CHE PUOI FARE
    > SOLO SE SEI SU UNA SEDIA A ROTELLE O ACCOMPAGNI UNA PERSONA DISABILE
    >
    > ...io proverei a legarti le gambe
    > > seduta in una sedia a rotelle, ti porteri in giro per l'Italia a
    > > "collaudare" i servizi H che ci sono nei vari locali,centri
    > > commerciali,esercizi,bar,pub e dove altro vuoi.. dopo ti farei fare il
    > > progetto dei servizi H di un semplice bar, e se sbagli... via il timbro!

    > ALLORA NON SAI NEANCHE LEGGERE LE MIE RISPOSTE!!!
    > TI AVEVO DETTO CHE CONCORDAVO CON TE SUL FATTO CHE MOLTI IN LOCALI

    PUBBLICI
    > NON C'è ALCUNA ACCESSIB, ALTRO CHE FARE LA PIPI, NON RIESCONO NEANCHE AD
    > ENTRARE!!
    >
    > > Mi sono spiegato? cosa intendo quando affermo che si progetta senza

    > guardare
    > > la realtà, che invece basta sapersi guardare bene intorno?..

    > LA REALTA' LA GUARDO CON MOLTA ATTENZIONE...DOPO ANNI DI "FREQUENTAZIONE"

    DI
    > UNA CASA DI RIPOSO, ACCOMPAGNANDO MIA NONNA SU UNA SEDIA A ROTELLE!!
    >
    > Ps: non confondere la visitabilità con la accessibilità, e nemmeno con la
    > > adattabilità.

    > NON TI PREOCCUPARE HO BEN PRESENTE IL SIGNIFICATO DEI DIVERSI TERMINI!!!
    > INFATTI LA SCORSA MAIL HO FATTO UNA PRECISAZIONE CIRCA IL FAMIGERATO
    > ACCOSTAM FRONTALE LEGATO ALLA VISITABILITA'...perchè un disabile non
    > frequenta solo locali pubblici, ma potrebbe anche voler frequentare gli
    > amici e se gli scappa la pipi? Cosa fa va nel bar con bagno accessibile

    (se
    > lo trova!!)
    >
    > Addio e sii meno presuntuoso ed attaccabrighe: riuscirai a confrontarti

    con
    > più semplicità ed umilità
    >
    >
    > --------------------------------
    > Inviato via http://arianna.........../usenet/




  20. #20
    daniela.fama Guest

    Re: Bagni per disabili.

    Bravo Marco, è cosi che si fa.....fammi poi sapere come procede il tuo progetto.
    Resto in attesa....
    A presto e ciao
    Daniela
    --
    Daniela
    mailto :daniela.fama...........

    Inviato da www.mynewsgate.net

  21. #21
    eu77et Guest

    Re: Bagni per disabili.

    > Appena terminato il lavoro, lo mostrerò a chi vorrà .
    > Saluti a tutti.


    Bravo, fallo vere sopratutto a Monica
    ciao.
    alago



  22. #22
    eu77et Guest

    Re: Bagni per disabili.


    ...
    > Questa è l'ultima volta che ti replico, perchè mi sono scocciata veramente
    > di leggere i tuoi insulti, peraltro poco accreditabili!


    E chi ti ha chiesto di replicare.. anche perchè ogni volta ti replichi
    proprio...
    nessuno ti insulta, sei tu che ti senti offesa e ti arrampichi sugli
    specchi.. così replichi! (spero che ancora tu non mi fraintenda..!!)

    ciao Monica,
    alago





  23. #23
    Ale Eli Guest

    Re: Bagni per disabili.

    A mio parere, non dovresti essere troppo rigido nelle misure e
    nell'utilizzare gli schemi dei manuali per due motivi.
    Primo: Anche solo con il buon senso e l'esperienza di osservazione di
    cui si è detto si può trovare la soluzione migliore in uno spazio come
    quello a tua disposizione. Il disabile ha bisogno di poco spazio in più
    per utilizzare il bagno. Da evitare, secondo me, la soluzione: bagno in
    comune per
    disabili e donne e la soluzione: bagno per donne, bagno per
    uomini e bagno per il terzo ..... (disabili).
    Secondo: è la stessa normativa sull'abbattimento delle ba che prevede
    la possibilità di utilizzare "soluzioni tecniche alternative" (previo
    consenso ministeriale), purché l'accesso e l'utilizzo del servizio sia
    garantito a tutti.
    Ad esempio, una buona soluzione alternativa potrebbe essere quella di
    ricavare una specie di nicchia bassa per la lunghezza del bagno (che
    nell'ambiente adiacente sia utilizzato, ad esempio, come posto a sedere)
    che consenta alla sola pedana poggiapiedi della carrozzella di
    effettuare la rotazione di 180° necessaria.
    Inoltre, dimenticate il famoso giro a 360° della sedia a ruote
    presente in tutti i manuali: nessun disabile ha mai effettuato questa
    manovra inutile. E' un ingombro irrilevante.
    Infine, ricorda che abbondare con maniglie e pali oltre lo stretto
    necessario si ripercuote negativamente sulla possibilità di pulire il
    bagno.
    Buon lavoro,
    Alessio.


    --
    Posted via Mailgate.ORG Server - http://www.Mailgate.ORG

  24. #24
    .. Guest

    Re: Bagni per disabili.

    Ti ringrazio vivamente.
    Come dicevo ho elaborato alcune idee che presenterò al committente ed in
    rete.
    Ti ringrazio soprattutto perchè mi hai risposto lontano dalle critiche
    inutili, ma con consigli intereressanti.
    saluti.


    --
    Marco Valente.
    Interior designer
    3D & graphics designer
    Web designer
    Webmaster
    Mail: vlnmrc.tiscalinet.it


    "Ale Eli" <alessio.elia.poste.it> ha scritto nel messaggio
    news:1780617fef2c4f427087daee6bad4c9a.118800.mygat e.mailgate.org...
    > A mio parere, non dovresti essere troppo rigido nelle misure e
    > nell'utilizzare gli schemi dei manuali per due motivi.
    > Primo: Anche solo con il buon senso e l'esperienza di osservazione di
    > cui si è detto si può trovare la soluzione migliore in uno spazio come
    > quello a tua disposizione. Il disabile ha bisogno di poco spazio in più
    > per utilizzare il bagno. Da evitare, secondo me, la soluzione: bagno in
    > comune per
    > disabili e donne e la soluzione: bagno per donne, bagno per
    > uomini e bagno per il terzo ..... (disabili).
    > Secondo: è la stessa normativa sull'abbattimento delle ba che prevede
    > la possibilità di utilizzare "soluzioni tecniche alternative" (previo
    > consenso ministeriale), purché l'accesso e l'utilizzo del servizio sia
    > garantito a tutti.
    > Ad esempio, una buona soluzione alternativa potrebbe essere quella di
    > ricavare una specie di nicchia bassa per la lunghezza del bagno (che
    > nell'ambiente adiacente sia utilizzato, ad esempio, come posto a sedere)
    > che consenta alla sola pedana poggiapiedi della carrozzella di
    > effettuare la rotazione di 180° necessaria.
    > Inoltre, dimenticate il famoso giro a 360° della sedia a ruote
    > presente in tutti i manuali: nessun disabile ha mai effettuato questa
    > manovra inutile. E' un ingombro irrilevante.
    > Infine, ricorda che abbondare con maniglie e pali oltre lo stretto
    > necessario si ripercuote negativamente sulla possibilità di pulire il
    > bagno.
    > Buon lavoro,
    > Alessio.
    >
    >
    > --
    > Posted via Mailgate.ORG Server - http://www.Mailgate.ORG




  25. #25
    --- Guest

    Re: Bagni per disabili.

    "dimenticate il giro di 360..."

    peccato che non se ne dimentichi l'Asl!!! Visto che se non c'è lo esige!!!
    Bei consigli









    Il 14 Feb 2004, 16:37, ".." <io.supereva.it> ha scritto:
    > Ti ringrazio vivamente.
    > Come dicevo ho elaborato alcune idee che presenterò al committente ed in
    > rete.
    > Ti ringrazio soprattutto perchè mi hai risposto lontano dalle critiche
    > inutili, ma con consigli intereressanti.
    > saluti.
    >
    >
    > --
    > Marc
    > Web designer
    > Webmaster
    > Mail: vlnmrc.tiscalinet.it
    >
    >
    > "Ale Eli" <alessio.elia.poste.it> ha scritto nel messaggio
    > news:1780617fef2c4f427087daee6bad4c9a.118800.mygat e.mailgate.org...
    > > A mio parere, non dovresti essere troppo rigido nelle misure e
    > > nell'utilizzare gli schemi dei manuali per due motivi.
    > > Primo: Anche solo con il buon senso e l'esperienza di osservazione di
    > > cui si è detto si può trovare la soluzione migliore in uno spazio come
    > > quello a tua disposizione. Il disabile ha bisogno di poco spazio in più
    > > per utilizzare il bagno. Da evitare, secondo me, la soluzione: bagno in
    > > comune per
    > > disabili e donne e la soluzione: bagno per donne, bagno per
    > > uomini e bagno per il terzo ..... (disabili).
    > > Secondo: è la stessa normativa sull'abbattimento delle ba che prevede
    > > la possibilità di utilizzare "soluzioni tecniche alternative" (previo
    > > consenso ministeriale), purché l'accesso e l'utilizzo del servizio sia
    > > garantito a tutti.
    > > Ad esempio, una buona soluzione alternativa potrebbe essere quella di
    > > ricavare una specie di nicchia bassa per la lunghezza del bagno (che
    > > nell'ambiente adiacente sia utilizzato, ad esempio, come posto a sedere)
    > > che consenta alla sola pedana poggiapiedi della carrozzella di
    > > effettuare la rotazione di 180° necessaria.
    > > Inoltre, dimenticate il famoso giro a 360° della sedia a ruote
    > > presente in tutti i manuali: nessun disabile ha mai effettuato questa
    > > manovra inutile. E' un ingombro irrilevante.
    > > Infine, ricorda che abbondare con maniglie e pali oltre lo stretto
    > > necessario si ripercuote negativamente sulla possibilità di pulire il
    > > bagno.
    > > Buon lavoro,
    > > Alessio.
    > >
    > >
    > > --
    > > Posted via Mailgate.ORG Server - http://www.Mailgate.ORG

    >


    --------------------------------
    Inviato via http://arianna.........../usenet/

Similar Threads

  1. bagni per disabili. il trionfo della creatività
    By ailati in forum it.sociale.handicap
    Replies: 18
    Last Post: 09-23-2005, 05:06 PM
  2. bagni per disabili a piazza san marco
    By Roberto Scano - IWA/HWG in forum italia.venezia.discussioni
    Replies: 7
    Last Post: 02-05-2005, 12:52 AM
  3. progettazione bagni per disabili
    By ailati in forum it.sociale.handicap
    Replies: 1
    Last Post: 10-02-2004, 08:36 PM
  4. SONDAGGIO! I Bagni per disabili.....
    By Lightobject in forum it.sociale.handicap
    Replies: 0
    Last Post: 04-26-2004, 06:09 PM
  5. bagni disabili
    By k a n' s in forum it.arti.architettura
    Replies: 0
    Last Post: 12-06-2003, 07:59 PM

Posting Permissions

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
If you are still using perl webstats, then give GoStats a try.  It's free.