Buona domenica a tutti!

La situazione è questa: ho una casa (palazzina di diversi piani) di
fine '800 che poggia direttamente sulla roccia con le fondamenta, anzi
c'è pure un pozzo, asciutto in quanto hanno fatto le opportune
modifiche, al quale si accede tramite una piccola botola aerata dalla
tromba delle scale (in verità prima c'era un vero o proprio pozzo con
carrucola, murato negli anni 10).
Inutile dire che non mi sono osato aprire tale botola, ma essendoci una
grata in ferro intravvedo parte della parete e pare asciutta ;-)

Il problema è il pavimento di graniglia dell'androne, posato alla
costruzione dell'edificio, che si sta letteralmente sbriciolando a
causa dell'umidità, che comunque è sempre esistita ed il risultato
deve essere l'effetto di decenni trascorsi nell'umidità.
Notare che la porta dell'androne nelle ore diurne rimane aperta.
L'umidità in passato risaliva anche sui muri di tale androne ed allora
è stato fatto un lavoro complicato di rivestimento delle pareti con
legno lasciando un'intercapedine opportunamente areata: il problema si
è quasi totalmente risolto per quanto riguarda i muri ed è
sufficiente sverniciarlo e riverniciarlo ogni tot anni.

Ora tale pavimento andrebbe però rifatto...qualcuno mi saprebbe
consigliare dei metodi per cercare d'isolarlo da tale umidità?

grazie