Il clistere può essere uno strumento di piacere sessuale?
In effetti abbiamo notizie di un certo Marco Caco, di Martellago (Ve),
che è divenuto famoso nella psichiatria mondiale. Il suo caso è stato
trattato dai più autorevoli professori, tra cui il professor Sergio
Sergio (detto Piero) dell'università Regale Peto di Bocchino (Bo) e il
professor Rock Yescolds, dell'università di Whitesboro in Virginia. Il
caso del Caco rappresenta un punto fondamentale della moderna
psichiatria, e senz'altro il passo avanti più importante da Freud.
Brevemente, la cartella clinica: Marco Caco, 35 anni, sposato, due
figli di 6 e 8 anni, di media estrazione sociale, impiegato comunale a
Preganziol; quando si è scoperto che D'Alema ha le mani in pasta ha
subito un trauma psichico di cui non si conoscono bene le cause. Le
ipotesi più accreditate sono: stress da lavoro, esaurimento nervoso,
le lasagne della suocera, la perdita di un neo, la tessera dei Ds. Da
quel momento il Caco non è ha più avuto una vita sessuale "normale". E
l'unico suo modo di provare piacere sessuale è farsi ungere il retto
con un unguento da qualcuno, uomo o donna è indifferente, vestito alla
marinara, con i baffi e di Gallipoli. Quasi inutile dire che a causa
di ciò la moglie ha avviato la causa per il divorzio, non perché non
abbia i baffi (infatti li ha, e con una costante ricrescita, ciò che
la costringe a frequentare più l'estetista che i suoi figli), quanto
perché né lei né nessun suo consanguineo fino al '500 abbia origini
pugliesi. Alla luce di questo caso, di per sé emblematico, i
professori Sergio e Yescolds hanno affermato che si, il clistere può
essere uno strumento di piacere sessuale. Perverso, ma può esserlo. E'
importante, però, seguire un vecchio adagio popolare: "Occhio non
vede, Buttiglione non sparla". (Fabio Piva)


--
#400. Oriana fèllaci! (philotto)

http://www.drzap.it
Oltre 44.600 battute e barzellette
Dr Zap (e-mail : v. sul sito)