+ Reply to Thread
Results 1 to 17 of 17
  1. #1
    DM_pll Guest

    Come si calcola la gradazione di un liquore fatto in casa?

    Ciao a tutti,
    c'è una specie di formula matematica per ottenere questa informazione (anche a spanne)?

    Ad esempio:
    500cc alcohol 95%
    250cc h20
    100gr zucchero (la ricetta che ho in realtà prevede 18 cucchiaini (anglosassoni di sta cippa!) che arrotondo io a 100gr non avendo la benché minima idea di quanto siano).

    Io partirei da:
    95% di 500 fa 475
    In totale quindi sono 750cc di liquido di cui 475 alcohol.
    Il che fa circa 63 gradi.

    La ricetta che ho dice che questo liquore diventa di circa 70-72 gradi.

    Sbaglio qualche formula o la differenza è data tutta dallo zucchero?
    E c'è qualche modo di sapere quanto influisce lo zucchero sull'aumento della gradazione in rapporto quantità/gradi?

    Graz!

    P.S. poi se volete vi svelo anche la ricetta...

  2. #2
    Pro Guest

    Re: Come si calcola la gradazione di un liquore fatto in casa?



    "DM_pll" ha scritto nel messaggio
    news:0dfbf8e0-5ed5-4196-8dc5-18987fdbda2f.googlegroups.com...

    > c'è una specie di formula matematica per ottenere questa informazione
    > (anche a spanne)?


    L'attrezzo per misurare i gradi degli alcolici non credo che costi molto, in
    campagna quelli che fanno il vino che io sappia ce l'hanno sempre avuto
    tutti, parlo di agricoltura di sussistenza dei tempi che furono, dove era
    raro che ci si potesse permettere qualcosa e non era raro farselo prestare
    (non gratis). Probabilmente costa pochi euro, se vuoi comprarlo.
    Quando mia nonna faceva il vino era il momento in cui erano più emozionati
    quello in cui, finito il lavoro, misuravano la gradazione alcolica. Spesso
    era una cosa che si riservavano i "maschi alfa"! XD


  3. #3
    Pro Guest

    Re: Come si calcola la gradazione di un liquore fatto in casa?



    "Pro" ha scritto nel messaggio
    news:5124fc27$0$26772$4fafbaef.reader2.news.tin.it ...

    > L'attrezzo per misurare i gradi degli alcolici non credo che costi molto,
    > in campagna quelli che fanno il vino che io sappia ce l'hanno sempre avuto
    > tutti,


    Comunque mi sa che ho detto una sciocchezza, perché ora che ci penso quello
    che avevano tutti era il mostimetro che misura gli zuccheri (da cui
    ricavavano il tasso alcolico del vino) del mosto, non l'aggeggio per
    misurare il grado alcolico. O forse sbaglio, saranno 15 anni che non faccio
    più vino ed ero piccolo, boh.


  4. #4
    capsicum_pll Guest

    Re: Come si calcola la gradazione di un liquore fatto in casa?


  5. #5
    Elwood Guest

    Re: Come si calcola la gradazione di un liquore fatto in casa?

    On Wednesday, February 20, 2013 5:29:10 PM UTC+1, DM_pll wrote:
    > In totale quindi sono 750cc di liquido di cui 475 alcohol.
    > Il che fa circa 63 gradi.
    > La ricetta che ho dice che questo liquore diventa di circa 70-72 gradi.
    > Sbaglio qualche formula o la differenza è data tutta dallo zucchero?
    > E c'è qualche modo di sapere quanto influisce lo zucchero sull'aumento della gradazione in rapporto quantità/gradi?


    Lo zucchero non influisce nell'aumento della gradazione, visto che non fermentera` nel liquore, ma dovrebbe diminuirla, aumentando il volume finale del liquido.

    Il problema e` che se misceli due liquidi il volume finale non e` necessariamente uguale alla somma dei volumi iniziali. Ci sono differenze dell'ordine di qualche punto percentuale.
    Ad esempio se partissi da un litro di alcool puro per fare due litri di liquore servirebbero 107 centilitri di acqua, totale volumi iniziali 207cl, volume finale 200cl.

    Questo potrebbe spiegare come la gradazione finale sia maggiore del tuo calcolo. Detto questo puo` essere che la ricetta sia sbagliata, ma se riesci afare una misure di volume precisa al centilitro puoi scoprire la gradazione alla fine :-D

    Per saperne di piu` (visto che anche io l'ho letto li` tempo fa, e non voglio prendermi meriti ):
    http://bressanini-lescienze.blogauto...vino-con-quiz/

    ciao

    --
    Elwood (Peter S.)



  6. #6
    [Claudio] Red-Block ! Guest

    Re: Come si calcola la gradazione di un liquore fatto in casa?

    Il 20/02/2013 17:39, Pro ha scritto:
    > L'attrezzo per misurare i gradi degli alcolici non credo che costi
    > molto, in campagna quelli che fanno il vino


    Tutt'altro. Costa poco il mostimetro...ma è tarato appunto sul mosto.
    Costano poco i rifrattometri cinesi ...ma idem.Costa poco anche il
    densimetro per grappa (o comunque alcool senza zuccheri o depositi
    vari). Ma sono tutte misure indirette sulla densità, pertanto vanno
    calibrate al prodotto e la presenza di zucchero gli rende inutili.

    Ci sono tecniche di misura che funzionano sempre ma sono laboriose e
    richiedono competenze.

  7. #7
    Giacomo Degli Esposti Guest

    Re: Come si calcola la gradazione di un liquore fatto in casa?

    Il giorno mercoledì 20 febbraio 2013 17:29:10 UTC+1, DM_pll ha scritto:
    > 100gr zucchero (la ricetta che ho in realtà prevede 18 cucchiaini (anglosassoni di sta cippa!) che arrotondo io a 100gr non avendo la benché minima idea di quanto siano).


    Un tablespoon e' circa 15 ml. Il teaspoon e' 1/3 (sti anglosassoni non
    ci stanno proprio con la testa!!!) quindi circa 5 ml.

    Direi che la tua stima di 100g va bene...

    > P.S. poi se volete vi svelo anche la ricetta...


    vogliamo, vogliamo!

    ciao
    Giacomo


  8. #8
    Elwood Guest

    Re: Come si calcola la gradazione di un liquore fatto in casa?

    On Wednesday, February 20, 2013 6:26:50 PM UTC+1, Giacomo Degli Esposti wrote:

    > vogliamo, vogliamo!
    >


    Eh eh, 70 gradi e` un po' un'arma impropria, eh!

    --
    Elwood (Peter S.)

  9. #9
    PMF Guest

    Re: Come si calcola la gradazione di un liquore fatto in casa?

    Il 20/02/2013 17:29, DM_pll ha scritto:
    > Ciao a tutti,
    > c'è una specie di formula matematica per ottenere questa informazione (anche a spanne)?
    >

    ti hanno detto: a volumi. l'alcool si misura a volumi, e la miscelazione
    cambia la volumetria degli addendi, specie con lo zucchero nella tua ricetta

    Quindi a miscelazione avvenuta, versi nella caraffa graduata per verificare
    il volume finale, e farti il calcolo.
    In un vecchio post di IHC dovrebbe esserci una tabella righe/colonne che
    fornisce il volume degli sciroppi per diverse concentrazioni di zucchero
    nell'acqua. E' utile appunto per sapere a priori il grado alcoolico dei
    limoncelli, nocini, ecc.

    Paolo


  10. #10
    DM_pll Guest

    Re: Come si calcola la gradazione di un liquore fatto in casa?

    On Wednesday, February 20, 2013 6:26:50 PM UTC+1, Giacomo Degli Esposti wrote:
    > Il giorno mercoledì 20 febbraio 2013 17:29:10 UTC+1, DM_pll ha scritto:
    >
    > > 100gr zucchero (la ricetta che ho in realtà prevede 18 cucchiaini (anglosassoni di sta cippa!) che arrotondo io a 100gr non avendo la benché minima idea di quanto siano).

    >
    >
    >
    > Un tablespoon e' circa 15 ml. Il teaspoon e' 1/3 (sti anglosassoni non
    >
    > ci stanno proprio con la testa!!!) quindi circa 5 ml.
    >
    >
    >
    > Direi che la tua stima di 100g va bene...
    >
    >
    >
    > > P.S. poi se volete vi svelo anche la ricetta...

    >
    >
    >
    > vogliamo, vogliamo!


    ASSENZIO OTTOCENTESCO BOHEMIEN

    INGREDIENTI LIQUORE (75cl):
    1/2 litro di alcool a 95°
    2 cucchiaini di semi di anice
    4 bacche di cardamomo
    1/2 cucchiaino di coriandolo
    3 cucchiaini di artemisia absinthium
    1/2 cucchiaino di semi di finocchio
    1 cucchiaino di maggiorana
    2 cucchiaini di radici di angelica tagliati
    1/2 noce moscata
    1 cucchiaino di isoppo

    ISTRUZIONI PER LA PREPARAZIONE:
    Prendi una bottiglia e mettici dentro mezzo litro di alcool, con un imbuto inserisci all'interno di essa 3 cucchiaini di assenzio agita per 5-10 minuti la bottiglia chiusa contenente artemisia e alcool. Lascia riposare il tutto per 7 giorni dentro un luogo caldo umido ma senza muovere la bottiglia. Passati sette giorni trita in un mortaio tutti gli altri ingredienti, filtra l'alcool in modo da rimuovere l'assenzio (dopo sette giorni di infusione può esser rimosso dall'alcool, non deve macerare più) metti la soluzione verde/verdognola in un'altra bottiglia ed aggiungi gli altri ingredienti sminuzzati, chiudi la bottiglia e lasciala riposare per una settimana. Dopouna settimana prendi 250cl di acqua (1/4 di litro) mettila in un pentolino, scaldala e diluisci dentro 18 cucchiaini da the di zucchero, lascialo raffreddare per alcune ore e quindi inserisci nella bottiglia questo sciroppo di zucchero ottenuto e 2-3 chicchi di uva passa. La gradazione è ora perfetta, intorno ai 70-72 gradi

    La mia domanda deriva dal fatto che vorrei tenerlo attorno ai 40-45 gradi al massimo...

    > ciao
    >
    > Giacomo


  11. #11
    PMF Guest

    Re: Come si calcola la gradazione di un liquore fatto in casa?

    Il 21/02/2013 08:43, DM_pll ha scritto:
    >>
    >>> P.S. poi se volete vi svelo anche la ricetta...

    >>
    >> vogliamo, vogliamo!

    >
    > ASSENZIO OTTOCENTESCO BOHEMIEN
    >

    Se avessi capito che si trattava di tale indecenza, manco ti avrei degnato.
    Solo il gin, a mio ricordo, e' piu' repellente dell'assenzio. Piuttosto mi
    tronco con il centerbe dei frati di Camaldoli, decisamente piu' nobile! gh

    Paolo



  12. #12
    DM_pll Guest

    Re: Come si calcola la gradazione di un liquore fatto in casa?

    On Thursday, February 21, 2013 8:51:25 AM UTC+1, PMF wrote:
    > Il 21/02/2013 08:43, DM_pll ha scritto:
    >
    > >>

    >
    > >>> P.S. poi se volete vi svelo anche la ricetta...

    >
    > >>

    >
    > >> vogliamo, vogliamo!

    >
    > >

    >
    > > ASSENZIO OTTOCENTESCO BOHEMIEN

    >
    > >

    >
    > Se avessi capito che si trattava di tale indecenza, manco ti avrei degnato.
    >
    > Solo il gin, a mio ricordo, e' piu' repellente dell'assenzio. Piuttosto mi
    >
    > tronco con il centerbe dei frati di Camaldoli, decisamente piu' nobile! gh
    >
    >
    >
    > Paolo


    Ahahaha! Cos'è, ti ci sei ubriacato da piccolo?
    Voglio provare a farlo, ma poi mi consegno alle forze dell'ordine, promesso....

  13. #13
    PMF Guest

    Re: Come si calcola la gradazione di un liquore fatto in casa?

    Il 21/02/2013 09:31, DM_pll ha scritto:
    >
    > Ahahaha! Cos'è, ti ci sei ubriacato da piccolo?

    no, per carita'. L'ho assaggiato da grande, decisamente adult, quando il
    gusto per i superalcoolici era gia' ampiamente affinato. Davvero, mi e'
    sembrato un liquore pessimo, con tracce di liquori alle erbe che, se faccio
    in casa, sono piu' buoni. E ho sempre pensato che davvero in letteratura
    andava forte: roba da deficienti totali

    > Voglio provare a farlo, ma poi mi consegno alle forze dell'ordine, promesso...


    MA perche' alle forze dell'ordine? Guarda che e' un equivoco, legato alla
    leggenda metropolitana dei "maudits" francesi. In Italia non e' proibito,
    anzi, lo trovi in vendita.

    Qualche demente di parigi, nel suo circoletto di amici, si troncava di
    morfina e di alcool. Solo che era molto piu' figo usare dell'0alcool
    pessimo, invece che del buon cognac, cosi' buono e comune che anche i
    "plebei" lo bevevano. Fino a che venne vietato, in Francia, "perche'
    tossico". MA quei ha ragione il ns. Nutrizionista: l'alcool ti fa male ben
    prima che riesci a ingollare la quantita' tossica di assenzio. Questi erano
    tronchi e unti sotto i tavoli, ben prima di averne effetti velenosi.
    Insomma, fallo e godilo. MA tranquillo, non mi presento per assaggiarlo,
    per dirla in breve. te lo godi da solo

    Paolo



  14. #14
    Piero Soldi Guest

    Re: Come si calcola la gradazione di un liquore fatto in casa?

    Il 20/02/2013 17.42, Pro ha scritto:
    >
    >
    > "Pro" ha scritto nel messaggio
    > news:5124fc27$0$26772$4fafbaef.reader2.news.tin.it ...
    >
    >> L'attrezzo per misurare i gradi degli alcolici non credo che costi
    >> molto, in campagna quelli che fanno il vino che io sappia ce l'hanno
    >> sempre avuto tutti,

    >
    > Comunque mi sa che ho detto una sciocchezza, perché ora che ci penso
    > quello che avevano tutti era il mostimetro che misura gli zuccheri (da
    > cui ricavavano il tasso alcolico del vino) del mosto, non l'aggeggio
    > per misurare il grado alcolico. O forse sbaglio, saranno 15 anni che
    > non faccio più vino ed ero piccolo, boh.


    Ciao,

    non credo tu abbia detto una sciocchezza, perchè, molti anni fa, ho
    gradato del vino fatto
    con la nostra uva, naturalmente dopo la fermentazione !

    Mi prestarono un attrezzo basato sulla differenza di temperatura di
    ebollizione dell'acqua
    e del vino , che bolle a minor temperatura. Se non erro, l'alcool puro (
    99,9 % ) bolle a
    80 gradi a 1024 hPa, quindi un vino da 12,5 gradi bolle a temperatura
    leggermente
    inferiore ai 100 gradi.
    Il sistema funziona anche con pressioni diverse, basta che le 2 misure
    siano fatte di seguito
    l'una all'altra. A memoria, ma posso sbagliare, era un attrezzo
    brevettato nei primi anni del
    secolo scorso !

    Ciao a tutti,
    Piero.


  15. #15
    DM_pll Guest

    Re: Come si calcola la gradazione di un liquore fatto in casa?

    On Thursday, February 21, 2013 10:04:57 AM UTC+1, PMF wrote:
    > Il 21/02/2013 09:31, DM_pll ha scritto:
    >
    > >

    >
    > > Ahahaha! Cos'�, ti ci sei ubriacato da piccolo?

    >
    > no, per carita'. L'ho assaggiato da grande, decisamente adult, quando il
    >
    > gusto per i superalcoolici era gia' ampiamente affinato. Davvero, mi e'
    >
    > sembrato un liquore pessimo, con tracce di liquori alle erbe che, se faccio
    >
    > in casa, sono piu' buoni. E ho sempre pensato che davvero in letteratura


    E infatti io lo faccio in casa... scommetto che ti sei fermato al titolo e hai scritto la prima cosa che ti è venuta in mente... perché se leggi gli ingredienti (anice, cardamomo, coriandolo, artemisia absinthium, semi difinocchio, maggiorana, radici di angelica, noce moscata, isoppo) scopri che di fatto si tratta di un liquore a base d'erbe e spezie fatto in casa, non il distillato "originale" visto che la distillazione è illegale e mancomi interessa provarci. Non ti piace l'anice? Non ti piace l'absinthum? Pace... ma non sparare a zero su una cosa che non conosci, grazie.
    Magari fa cagare anche a me, ma prima di sparare giudizi ci provo.

    > andava forte: roba da deficienti totali
    >
    > > Voglio provare a farlo, ma poi mi consegno alle forze dell'ordine, promesso...

    >
    > MA perche' alle forze dell'ordine? Guarda che e' un equivoco, legato alla
    >
    > leggenda metropolitana dei "maudits" francesi. In Italia non e' proibito,
    >
    > anzi, lo trovi in vendita.


    No, sei tu che equivochi... era una battuta verso di te che mi critichi come se stessi per commettere un peccato mortale... so bene che l'assenzio nonè una pianta proibita e che i bohemien erano principalmente ubriaconi, eche l'assenzio non ha proprietà allucinogene o cagate del genere... non lo faccio per provare chissà quale ebrezza, ma per provare un nuovo amaro.... (ho fatto la china l'anno scorso con ottimi risultati), infatti ho anche scritto che lo vorrei tenere decisamente meno alcolico di quanto scritto nella ricetta.

    > Qualche demente di parigi, nel suo circoletto di amici, si troncava di
    > morfina e di alcool. Solo che era molto piu' figo usare dell'0alcool
    > pessimo, invece che del buon cognac, cosi' buono e comune che anche i
    > "plebei" lo bevevano. Fino a che venne vietato, in Francia, "perche'
    > tossico". MA quei ha ragione il ns. Nutrizionista: l'alcool ti fa male ben
    > prima che riesci a ingollare la quantita' tossica di assenzio. Questi erano
    > tronchi e unti sotto i tavoli, ben prima di averne effetti velenosi.


    Appunto, questo lo so bene... spero che l'equivoco sia chiarito...

    > Insomma, fallo e godilo. MA tranquillo, non mi presento per assaggiarlo,
    >
    > per dirla in breve. te lo godi da solo


    Peccato questo pregiudizio...
    Se non ti piace l'anice, o non ti piace il finocchio, capisco che a priori tu possa legittimamente dire che ti farà schifo anche questo liquore, ma ho la vaga impressione che tu abbia deciso che questa ricetta qui è una ....ata solo dal titolo... peccato...

    > Paolo


  16. #16
    Giacomo Degli Esposti Guest

    Re: Come si calcola la gradazione di un liquore fatto in casa?

    Il giorno giovedì 21 febbraio 2013 08:43:56 UTC+1, DM_pll ha scritto:
    > > vogliamo, vogliamo!

    >
    > ASSENZIO OTTOCENTESCO BOHEMIEN
    >
    > INGREDIENTI LIQUORE (75cl):
    > 1/2 litro di alcool a 95°
    > 2 cucchiaini di semi di anice
    > 4 bacche di cardamomo
    > 1/2 cucchiaino di coriandolo
    > 3 cucchiaini di artemisia absinthium
    > 1/2 cucchiaino di semi di finocchio
    > 1 cucchiaino di maggiorana
    > 2 cucchiaini di radici di angelica tagliati
    > 1/2 noce moscata
    > 1 cucchiaino di isoppo


    Azz... quanta roba! Meta' di questa roba non so nemmeno dove si trova!

    ciao
    Giacomo


  17. #17
    DM_pll Guest

    Re: Come si calcola la gradazione di un liquore fatto in casa?

    On Thursday, February 21, 2013 11:12:54 AM UTC+1, Giacomo Degli Esposti wrote:
    > Il giorno giovedì 21 febbraio 2013 08:43:56 UTC+1, DM_pll ha scritto:
    >
    > > > vogliamo, vogliamo!

    >
    > >

    >
    > > ASSENZIO OTTOCENTESCO BOHEMIEN

    >
    > >

    >
    > > INGREDIENTI LIQUORE (75cl):

    >
    > > 1/2 litro di alcool a 95°

    >
    > > 2 cucchiaini di semi di anice

    >
    > > 4 bacche di cardamomo

    >
    > > 1/2 cucchiaino di coriandolo

    >
    > > 3 cucchiaini di artemisia absinthium

    >
    > > 1/2 cucchiaino di semi di finocchio

    >
    > > 1 cucchiaino di maggiorana

    >
    > > 2 cucchiaini di radici di angelica tagliati

    >
    > > 1/2 noce moscata

    >
    > > 1 cucchiaino di isoppo

    >
    >
    >
    > Azz... quanta roba! Meta' di questa roba non so nemmeno dove si trova!


    Spero in erboristeria... quando sono andato a cercare la corteccia di chinaha tirato fuori un catalogone spesso come la treccani! Sono fiducioso!

    > ciao
    >
    > Giacomo



Similar Threads

  1. Gradazione olio
    By Brunt in forum it.discussioni.auto
    Replies: 12
    Last Post: 02-01-2011, 06:59 PM
  2. Ho fatto il liquore alla liquirizia
    By Maxim in forum it.hobby.cucina
    Replies: 11
    Last Post: 03-21-2008, 08:16 AM
  3. gradazione aggettivi
    By man off the corner in forum it.cultura.linguistica.italiano
    Replies: 14
    Last Post: 11-17-2006, 08:03 PM
  4. Replies: 0
    Last Post: 08-08-2005, 11:12 AM
  5. Come si calcola il valore della casa
    By Selene in forum it.economia.fisco
    Replies: 3
    Last Post: 07-14-2004, 11:44 AM

Posting Permissions

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
If you are still using perl webstats, then give GoStats a try.  It's free.