+ Reply to Thread
Results 1 to 8 of 8
  1. #1
    Alessandro Cara Guest

    Carica elettrica

    Domanda stupida da un ignorante.
    La carica elettrica di un protone/elettrone e' 1/-1.
    Io sono ignorante in materia.
    La carica e' un valore scalare ed il sottoscritto ha sempre preferito
    gli interi ai frazionari.

    La carica 1 e' stata assegnata, probabilmente, per motivi storici.
    Poi qualcuno ha detto che, probabilmente, esistevano i tre quarti per il
    signor Munster ed ha visto che la carica, a sto punto, poteva essere
    2/3 , -1/3, mi domando, ma non era piu' semplice dire che la carica del
    protone e'/era = 3? (tra l'altro 1,2,3 sono di una chiarezza assoluta)

    --

    ac (x=y-1)

  2. #2
    Archaeopteryx Guest

    Re: Carica elettrica

    Il 25/04/2013 22:51, Alessandro Cara ha scritto:
    >
    > La carica 1 e' stata assegnata, probabilmente, per
    > motivi storici. Poi qualcuno ha detto che,
    > probabilmente, esistevano i tre quarti per il signor
    > Munster ed ha visto che la carica, a sto punto, poteva
    > essere 2/3 , -1/3, mi domando, ma non era piu'
    > semplice dire che la carica del protone e'/era = 3?
    > (tra l'altro 1,2,3 sono di una chiarezza assoluta)
    >


    Forse con una sfera di cristallo... Si sarebbe dovuto
    sapere all'epoca che le cose sarebbero cambiate poi.

    Eh, scherzo, non so rispondere niente di troppo valido
    perché non conosco bene l'aspetto storico della questione
    nella misura necessaria.

    Quello che però accade spessissimo è che si fa l'abitudine
    a unità di misura, convenzioni e tante altre cose, e
    cambiarle richiede tanto tempo. Io sospetto che in teoria
    una generazione o due basterebbero, ma probabilmente serve
    di più perché la memoria della nostra specie è soprattutto
    nei libri e forse, come comportamento emergente, tendiamo
    a essere conservatori per poter accedere alla memoria
    collettiva. Nel mio piccolo non mi abituerò mai al N e
    penso e, credo, penserò sempre in kg.

    ciao!

    Apx.


  3. #3
    blupanther@alice.it Guest

    Re: Carica elettrica

    Il giorno giovedì 25 aprile 2013 22:51:33 UTC+2, Alessandro Cara ha scritto:
    > Domanda stupida da un ignorante.
    > La carica elettrica di un protone/elettrone e' 1/-1.
    > Io sono ignorante in materia.
    > La carica e' un valore scalare ed il sottoscritto ha sempre preferito
    > gli interi ai frazionari.
    > La carica 1 e' stata assegnata, probabilmente, per motivi storici.


    Piu' che altro per il principio del Rasoio di Occam :-)

    > Poi qualcuno ha detto che, probabilmente, esistevano i tre quarti per il
    > signor Munster


    ?

    > ed ha visto che la carica, a sto punto, poteva essere
    > 2/3 , -1/3, mi domando, ma non era piu' semplice dire che la carica del
    > protone e'/era = 3? (tra l'altro 1,2,3 sono di una chiarezza assoluta)
    >

    Non ne so molto piu' di te, ma so che il modello standard, che funziona a meraviglia, e' una teoria che prevede che gli adroni siano composti di quark, che possiedono anche carica elettrica. Poiche' tra gli adroni non c'e' solo il protone con carica +1, ma ci sono: antiprotone con carica -1, neutrone con carica 0, barione delta che puo' avere carica -1, 0, +1, +2, e tutti questi adroni sono costituiti di due soli tipi di quark, come avresti fattotu con due soli tipi di particelle (quark u e quark d) a riprodurre tutte quelle cariche?

    Poi ci sono molti altri tipi di adroni e ci sono anche altri tipi di quark.

    --
    cometa_luminosa


  4. #4
    Alessandro Cara Guest

    Re: Carica elettrica

    Il 26/04/2013 13.34, blupanther.alice.it ha scritto:
    > Il giorno giovedì 25 aprile 2013 22:51:33 UTC+2, Alessandro Cara ha scritto:
    >> Domanda stupida da un ignorante.
    >> La carica elettrica di un protone/elettrone e' 1/-1.
    >> Io sono ignorante in materia.
    >> La carica e' un valore scalare ed il sottoscritto ha sempre preferito
    >> gli interi ai frazionari.
    >> La carica 1 e' stata assegnata, probabilmente, per motivi storici.

    >
    > Piu' che altro per il principio del Rasoio di Occam :-)


    Usando Occam trovo molto piu' semplice l'uso degli interi al posto dei
    frazionari (visto che tale valore e' /inventato/)
    Assegnare valore 1 era indubbiamente la cosa piu' semplice al tempo
    della scoperta di elettrone e protone e non essendo ancora state
    rilevate le cariche frazionarie.

    >
    >> Poi qualcuno ha detto che, probabilmente, esistevano i tre quarti per il
    >> signor Munster

    >
    > ?

    Finnegan's Wake, James Joyce: "Three quarks for Muster Mark! " ?

    >
    >> ed ha visto che la carica, a sto punto, poteva essere
    >> 2/3 , -1/3, mi domando, ma non era piu' semplice dire che la carica del
    >> protone e'/era = 3? (tra l'altro 1,2,3 sono di una chiarezza assoluta)
    >>

    > Non ne so molto piu' di te, ma so che il modello standard, che funziona a meraviglia, e' una teoria che prevede che gli adroni siano composti di quark, che possiedono anche carica elettrica. Poiche' tra gli adroni non c'e' solo il protone con carica +1, ma ci sono: antiprotone con carica -1, neutrone con carica 0, barione delta che puo' avere carica -1, 0, +1, +2, e tutti questi adroni sono costituiti di due soli tipi di quark, come avresti fatto tu con due soli tipi di particelle (quark u e quark d) a riprodurre tutte quelle cariche?


    Se le cariche parziali hanno valori 2/3 e -1/3 assegnando 2 e - 1
    ottieni lo stesso risultato solo che, evidentemente, la carica +/- 1
    diventa +/- 3
    Che i numeri tornino e che il modello sia coerente non c'e' alcun dubbio
    2/3+2/3-1/3 = 1 o -2/3 -2/3 +1/3 = -1
    Lungi da me mettere in dubbio le sacre scritture.
    >





    --

    ac (x=y-1)

  5. #5
    Luciano Buggio Guest

    Re: Carica elettrica

    On 26 Apr, 14:39, Alessandro Cara <alessandro.c....ay-1anetwork.it>
    wrote:

    (cut)
    > Se le cariche parziali hanno valori 2/3 e -1/3 assegnando 2 e - 1
    > ottieni lo stesso risultato solo che, evidentemente, la carica +/- 1
    > diventa +/- 3


    Il fatto è che degli elettroni siamo certi, dei quark no.

    Luciano Buggio
    http://www.lucianobuggio.altervista.org

  6. #6
    cometa_luminosa Guest

    Re: Carica elettrica

    On Apr 26, 2:39.pm, Alessandro Cara <alessandro.c....ay-1anetwork.it>
    wrote:
    > Il 26/04/2013 13.34, blupant....alice.it ha scritto:
    > > Alessandro Cara ha scritto:

    >
    > >> La carica 1 e' stata assegnata, probabilmente, per motivi storici.

    >
    > > Piu' che altro per il principio del Rasoio di Occam .:-)

    >
    > Usando Occam trovo molto piu' semplice l'uso degli interi al posto dei
    > frazionari (visto che tale valore e' /inventato/)


    Mi riferivo alla tua affermazione quotata sopra sull'assegnazione
    della carica +1 ad un protone.

    > > Non ne so molto piu' di te, ma so che il modello standard, che
    > > funziona a meraviglia, e' una teoria che prevede che gli adroni
    > > siano composti di quark, che possiedono anche carica elettrica.
    > > Poiche' tra gli adroni non c'e' solo il protone con carica +1, ma ci
    > > sono: antiprotone con carica -1, neutrone con carica 0, barione
    > > delta che puo' avere carica -1, 0, +1, +2, e tutti questi adroni sono
    > > costituiti di due soli tipi di quark, come avresti fatto tu con due soli
    > > tipi di particelle (quark u e quark d) a riprodurre tutte quelle cariche?

    >
    > Se le cariche parziali hanno valori 2/3 e -1/3 assegnando 2 e - 1
    > ottieni lo stesso risultato solo che, evidentemente, la carica +/- 1
    > diventa +/- 3


    Era solo questo il problema? Allora si, si potrebbe assegnare +2 e -1
    come carica dei quark. Pero' sarebbe un bel casino cambiare tutti i
    testi di elettromagnetismo e tutti i calcoli fatti finora con gli
    attuali valori delle cariche di protoni ed elettroni...

    > Che i numeri tornino e che il modello sia coerente non c'e' alcun
    > dubbio
    > 2/3+2/3-1/3 = 1 o -2/3 -2/3 +1/3 = -1
    > Lungi da me mettere in dubbio le sacre scritture.
    >

    Ma "mettere in dubbio le sacre scritture" lo dici come polemica o solo
    per ridere?

    --
    cometa_luminosa

  7. #7
    Alessandro Cara Guest

    Re: Carica elettrica

    Il 26/04/2013 16.01, cometa_luminosa ha scritto:
    [cut]

    >> Lungi da me mettere in dubbio le sacre scritture.
    >>

    > Ma "mettere in dubbio le sacre scritture" lo dici come polemica o solo
    > per ridere?


    Ohhhh..... io sono uno stolto, rido sempre.
    Sono pero' un agnostico ;-)
    --

    ac (x=y-1)

  8. #8
    cometa_luminosa Guest

    Re: Carica elettrica

    On Apr 26, 6:42.pm, Alessandro Cara <alessandro.c....ay-1anetwork.it>
    wrote:

    > Ohhhh..... io sono uno stolto, rido sempre.
    > Sono pero' un agnostico ;-)


    In fisica bisogna esserlo tutti, agnostici, se no non sarebbe
    fisica :-)

    --
    cometa_luminosa

Similar Threads

  1. carica elettrica
    By Luca in forum it.scienza.fisica
    Replies: 7
    Last Post: 11-03-2008, 09:53 PM
  2. Carica elettrica :-P ?
    By Gabryb85 in forum it.hobby.motociclismo.scooter
    Replies: 3
    Last Post: 04-11-2007, 09:54 AM
  3. carica elettrica
    By €rnesto in forum it.scienza
    Replies: 19
    Last Post: 11-25-2005, 07:45 PM
  4. carica elettrica
    By rnesto in forum it.scienza.fisica
    Replies: 0
    Last Post: 11-18-2005, 04:58 PM
  5. Carica elettrica e massa in RR
    By rez in forum free.it.scienza.fisica
    Replies: 2
    Last Post: 10-09-2005, 05:10 PM

Posting Permissions

  • You may not post new threads
  • You may not post replies
  • You may not post attachments
  • You may not edit your posts
If you are still using perl webstats, then give GoStats a try.  It's free.