COMUNE DI CODIGORO
Biblioteca Comunale Giorgio Bassani

CODIGORO-LUCIO SCARDINO PARLA ALLA BASSANI DELLO SCULTORE CODIGORESE MARIO
SARTO

Il monumento al milite ignoto, famigliarmente chiamato "Gigòn" che svetta
maestoso di fronte alla sede del municipio del Comune di Codigoro è opera di
uno scultore locale: Mario Sarto, nato a Codigoro nel 1885 e morto a Bologna
nel 1955.
Mario Sarto non fu solo autore del monumento di Codigoro, ma fu presente
anche in altri comuni dell'Emilia e del Veneto. Realizzò anche opere
religiose, come il Sacro Cuore tutt'oggi visibile presso la chiesa di San
Martino in Codigoro.
Quando si trasferì a Bologna, operò anche presso la Certosa del capoluogo
regionale, lasciando innumerevoli opere scultoree in quel cimitero.
Il prossimo anno ricorrerà il 120. anniversario della nascita e il
cinquantenario della morte e a Codigoro ci si prepara per ricordarlo
degnamente.
Per questo, alla Biblioteca Bassani, mercoledi 1° dicembre alle ore 15.30,
presso la sede della biblioteca, il Dott. Lucio Scardino, studioso d'arte e
responsabile della Casa Editrice Liberty House, traccerà un profilo
artistico-biografico dello scultore, con l'ausilio iconografico di alcune
immagini delle opere dello scultore ritratte dal fotografo Andrea
Samaritani.
La conferenza-lezione, dal titolo "Mario Sarto (1885-1955). Uno scultore
codigorese fra Liberty e Novecento", rientra nel programma dei corsi dell'
Università del Tempi Libero ed è valida per gli studenti ai fini della
attribuzione dei crediti scolastici.